Associazione ADI e il ricorso contro il Collegio IPASVI

infermiere e doppio lavoro
le legge Gelli e i suoi dettagli

Riportiamo l’articolo dell’AADI – L’Associazione Avvocatura di Diritto Infermieristico in merito alla vicenda della collega riccorente e difesa dall’ Avv. Mauro Di Fresco contro il Collegio Ipasvi di Oristano.

Roma 16.09.2016

L’AADI LO AVEVA DETTO MA NESSUNO LE HA DATO PESO

L’Associazione Avvocatura di Diritto Infermieristico ha in corso due procedimenti impugnativi presso la Commissione Centrale delle Professioni Sanitarie del Ministero della Salute che, per legge, decide sui ricorsi avversi le sanzioni disciplinari irrogate dal Collegio IPASVI.

La sanzione, finché il ricorso è pendente al Ministero della Salute, non è esecutiva e, quindi, rimane sospesa.

Questa procedura, così come conferma la giurisprudenza di legittimità, è di natura amministrativa e pertanto deve essere necessariamente conclusa entro 90 giorni dal deposito del ricorso al Ministero.

Ma c’è un gravissimo problema.

La Commissione Centrale è sospesa sine die perché la Corte Costituzionale sta valutando le norme funzionali interne e, di converso, degli stessi Collegi IPASVI,

come sostenuto in tempi non sospetti dall’Associazione ADI

Infatti abbiamo impugnato le sanzioni IPASVI proprio su questo fronte e le abbiamo vinte perché ambedue le procedure sono perente per decorrenza del termine conclusivo del procedimento.

Clicca qui per leggere il ricorso AADI contro IPASVI in formato PDF

ADI – Associazione Avvocatura di Diritto Infermieristico

L’associazione Avvocatura di Diritto Infermieristico, fondata ex art. 39 Costituzione, nasce da un’idea di unità e partecipazione degli Infermieri alla vita professionale e istituzionale della propria categoria in risposta alle associazioni come i macrosindacati che hanno fallito miseramente il compito che erano stati chiamati a svolgere, così come ha fallito nella sua missione istituzionale il Collegio I.P.A.S.V.I..

Auspicando una pronta ripresa ed un profondo esame di coscienza da parte dei macrosindacati e del Collegio professionale, crediamo che l’associazionismo serio, unito, competente e morale potrebbe essere, ora, la soluzione all’attuale sistema di sfruttamento dell’Infermiere sia sul piano retributivo che mansionale.

Oltre alla tutela del singolo socio per ogni questione che attiene la sfera giuridico-legale della professione e della persona, l’Associazione A.D.I. affronta le problematiche squisitamente giuridiche che riguardano l’Infermiere; attraverso lo studio approfondito della legislazione e della giurisprudenza sanitaria, trae spunti e postulati di diritto che intende diffondere tra i propri soci per formarli ed aggiornarli sulla disciplina legale della professione.[…]

Continua a leggere direttamente sul sito dell’AADI.

 

Inoltre, se vuoi continuare a informarti sul diritto del lavoro infermieristico:

Il mobbing infermieristico

Il mobbing infermieristico

Mauro Di Fresco, 2014, Maggioli Editore

"Sono stato mobbizzato nel 1994."Ho subito 10 procedure disciplinari in un anno e le ho vinte tutte perché, durante i 270 giorni di sospensione dal servizio, ho messo mano ai libri di diritto."Avevo rifiutato di preparare e portare una tazza di latte ad una paziente perché, secondo il mio...



Le procedure disciplinari delle professioni sanitarie

Le procedure disciplinari delle professioni sanitarie

Mauro Di Fresco, 2013, Maggioli Editore

La giurisprudenza ha voluto spiegare la relazione umana e contrattuale che lega l'operatore al paziente e viceversa, coniando un nuovo termine: contatto sociale. Le professioni sanitarie consistono in attività delicate, che purtroppo, ora più frequentemente, incidono nella sfera personale del...



 

Condividi

1 COMMENTO

  1. Ho già deciso che, se/quando rinascerò, piuttosto che fare l’infermiera mi impicco al primo albero.. e non è detto che aspetti tanto!!!

LASCIA UN COMMENTO