Il Nursind Piemonte chiama a raccolta centinaia di Infermieri per una manifestazione di protesta.

manifestazione degli infermieri per il 24 ottobre
manifestazione degli infermieri per il 24 ottobre

Il Nursind Piemonte chiama a raccolta centinaia di Infermieri per una manifestazione di protesta. Continuano  in piazza le manifestazioni degli infermieri volte ad adeguare la loro condizione lavorativa agli standard europei. Da ultimo si registra la mobilitazione pubblica indetta dal Nursind Piemonte per il 24 ottobre alle ore 11,30 a Torino.

Scopo precipuo della manifestazione, mediante la quale il sindacato spera di evidenziare al grande pubblico le istanze di migliaia di Infermieri, è quello di chiedere maggiore rispetto del contratto nazionale oltre una più generale verifica delle condizioni di precariato che attanagliano tantissimi professionisti della sanità.    

Il Nursind Piemonte spiega: “E’ ora di dire basta… Vogliamo assunzioni subito e in tempi certi”.

Quello della stabilizzazione del lavoro e dell’implemento delle risorse da mettere a disposizione del SSN è divenuta esigenza improrogabile, per questo il vero nodo cruciale delle richieste di parte infermieristica riguardano proprio il numero degli infermieri, insufficiente, secondo il parere del Sindacato, a soddisfare le esigenze mediche degli utenti.

Professione infermiere: alle soglie del XXI secolo

Professione infermiere: alle soglie del XXI secolo

Caterina Galletti, Loredana Gamberoni, Giuseppe Marmo, Emma Martellotti, 2017, Maggioli Editore

La maggior parte dei libri di storia infermieristica si ferma alla prima metà del ventesimo secolo, trascurando di fatto situazioni, avvenimenti ed episodi accaduti in tempi a noi più vicini; si tratta di una lacuna da colmare perché proprio nel passaggio al nuovo millennio...



 

Altro punto sul quale pone l’attenzione il sindacato attiene alla richiesta di maggiore tutela e sicurezza dei professionisti sanitari nel luogo e nel tempo del lavoro. Una battaglia quest’ultima che è doveroso combattere per garantire una maggiore possibilità di protezione contro le tantissime aggressioni riservate ad infermieri e medici e di cui le cronache attuali si stanno continuamente occupando. L’auspicio del Nursind è proprio quello di avere maggiore chiarezza sui provvedimenti che verranno posti in essere dalle istituzioni per ovviare al grave problema.

Altro aspetto rilevante in tema di maggiore tutela degli infermieri attiene alla sempre maggiore età pensionabile degli stessi. Sembrerebbe superfluo evidenziare come, data la particolare entità e difficoltà delle prestazioni sanitarie, un cospicuo avanzamento dell’età prevista per la pensione non solo può dar vita a spiacevoli casi di cattiva gestione del paziente, ma soprattutto può, nelle ipotesi più grave può costituire il presupposto affinché si verifichino gravi episodi che mettono a repentagli la salute del paziente stesso. Il tutto per un SSN sempre più mediocre e sempre meno in grado di rispondere alle istanze di tutela della salute dei cittadini. 

Condividi
esperto di diritto sanitario, copywriter, scrittore. amo curiosare fra gli aspetti sempre nuovi di ciò che ancora ho da scoprire, perdermi e ricominciare.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO