Frosinone: l’infermiera che rubava ai pazienti, non è un’infermiera!

La responsabilità dei professionisti sanitari, il ddl gelli

Nell’edizione odierna (29/09/16) del TG1 (questo è il servizio) passa la notizia di un’infermiera di Frosinone che, approfittando della seduta di ginnastica riabilitativa, scaltramente rubava dai portafogli dei suoi pazienti.

Insospettati del fatto che un’infermiera, al di là delle proprie competenze, si metta a fare ginnastica riabilitativa in un reparto di riabilitazione (dove ovviamente dovrebbero essere presenti fisioterapisti che se ne occupano) abbiamo fatto una ricerca meno superficiale rispetto alla continua approssimazione dei giornalisti che persistono nel chiamare infermieri chiunque lavori con pazienti.

Subiamo una continua perdita di immagine in tutti quei casi in cui qualunque operatore che si macchi di reato nei confronti di un paziente viene comunque definito infermiere.

Facciamo una ricerca approfondita

Gli infermieri che operano in Italia sono registrati presso l’albo dell’IPASVI. Una rapida ricerca generale, effettuata presso:

 http://www.ipasvi.it/chi-siamo/ricerca-albo.htm

Inserendo il presunto cognome dell’operatrice Annarita D’Amico (come trovato da fonte il corriere.it che quantomeno chiama l’operatrice fisioterapista) la ricerca albo non ha prodotto alcun risultato per quel cognome. Quindi le ipotesi sono tre:

infermiera o fisioterapista

 

  • La ricerca albo del sito IPASVI momentaneamente non funziona
  • L’infermiera lavora in un ASL senza essere iscritta all’albo
  • Non esiste in tutta Italia un’infermiera con quel cognome, ergo l’infermiera accusata non è un’infermiera!

Quindi se l’infermiera accusata non è un’infermiera, e se lo è non è iscritta all’albo, non riusciamo a capacitarci di come possa lavorare in un ASL senza iscrizione all’albo.

A noi sembra che l’accusata non sia un’infermiera.

Alcune testate la chiamano infermiera:

http://www.ilmattino.it/primopiano/cronaca/frosinone_infermiera_arrestata_furti_pazienti_anziani-1995056.html

http://www.ilmessaggero.it/frosinone/frosinone_infermiera_arrestata_furti_pazienti_anziani-1994811.html

http://video.gelocal.it/iltirreno/cronaca/frosinone-in-ospedale-ruba-soldi-a-un-anziana-arrestata-infermiera/68806/70251

http://www.corrierequotidiano.it/1.53486/cronaca/lazio-frosinone/news/frosinone-arrestata-infermiera-derubava-una-paziente

Mentre, fortunatamente, qualcuno la chiama fisioterapista:

http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/16_settembre_29/frosinone-furti-anziani-asl-domiciliari-fisioterapista-16cf4a52-8619-11e6-9ddf-2c9d29242dcc.shtml

http://www.metropolisweb.it/news/fisioterapista-ruba-soldi-dalle-borse-dei-pazienti-in-ospedale-arrestata/21017.html. Qui c’è confusione.

http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca/2016/09/29/rubava_ai_pazienti_durante_le_sedute_in_ospedale_fisioterapista_n-68-537270.html.

Infermiera o fisioterapista, cambia!!

 

Condividi
Infermiere di Unità Coronarica presso ASST Desenzano del Garda. Tra i molti interessi, ha una certa vocazione per tutto ciò che viene percorso da "corrente elettrica": computer, macchine, internet. Da grande, nel futuro, spera di curare i cyborg.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO