Come scaricare le prestazioni degli infermieri dalla dichiarazione dei redditi 730/2020

Come detrarre dalla dichiarazione dei redditi 730/2020 tutte le prestazioni infermieristiche e le spese sanitarie

Come scaricare le spese sanitarie infermieristiche nel 730/2020
Come scaricare le spese sanitarie infermieristiche nel 730/2020

Si possono scaricare le prestazioni degli infermieri? Il Decreto ministeriale 29 marzo 2001 definisce e determina quelle che sono considerate le professioni sanitarie e il loro campo di appartenenza, il nostro profilo professionale infermieristico, poi, espande questa indicazione. La deducibilità della prestazione infermieristica in quanto professione sanitaria, come quella dei medici e delle altre professioni sanitarie può essere scaricata.

L’infermiere riconosciuto come professionista sanitario

All’art.2 del Decreto ministeriale 29 marzo 2001 si chiarisce infatti:

Nella fattispecie: “professioni sanitarie infermieristiche e professione sanitaria ostetrica” sono incluse le seguenti figure professionali:  a) infermiere; b) ostetrica/o; c) infermiere pediatrico.

Decreto ministeriale 29 marzo 2001

Può sembrare ovvio, ma il riconoscimento normativo da parte dello stato di una determinata professione, nella fattispecie sanitaria, influisce notevolmente sul destino della stessa e dei suoi esercenti.

La presenza o assenza in questo elenco è un titolo essenziale per l’esercizio di competenze in ambito sanitario, di conseguenza la loro attuale esclusione li emargina ad addetti a generali “servizi alla persona” o come operatori del benessere nonostante recriminano con forza la dignità della propria arte sanitaria.

Inoltre il suddetto riconoscimento, in ambito libero professionale, implica un notevole vantaggio concorrenziale, le prestazioni sanitarie rese rientrano tra quelle detraibili fiscalmente, anche se non prescritte da un medico:

Per semplificare gli adempimenti fiscali a carico dei contribuenti, le spese sostenute
per queste prestazioni sono detraibili anche in assenza di una specifica prescrizione
medica.

Le agevolazioni fiscali sulle spese sanitarie (Agenzia dell’Entrate)

Come scaricare le spese di assistenza infermieristica nel 730/2020?

L’Agenzia delle Entrate è stata molto chiara sul fatto che le spese di assistenza infermieristica sono deducibili, e quindi possono essere “scaricate” dalla dichiarazione dei redditi 730/2020 o altri modelli. Tre documenti stilati direttamente dall’Agenzia dell’Entrate ci aiutano a muoverci in questa matassa burocratica:

Secondo “Le agevolazioni fiscali sulle spese sanitarie (aggiornato a Giugno 2019)” e confermato da “La dichiarazione precompilata 2020” dell’eventualità della presenza nel precompilato delle spese sanitarie infermieristiche:

  • Sono detraibili anche i compensi erogati a: personale paramedico abilitato (infermieri professionali) e a quello autorizzato a effettuare prestazioni sanitarie specialistiche (per esempio, prelievi per analisi, applicazioni con apparecchiature elettromedicali, esercizio di attività riabilitativa);
  • personale appartenente alle figure professionali elencate nel Dm del 29 marzo 2001

Le prestazioni di assistenza infermieristica sono esenti IVA in quanto prestazione di natura sanitaria, quindi il cittadino che ne usufruisce, in misura diversa se questi sia disabile o meno, può dedurla fiscalmente.

Dove inserire le spese sanitarie nel precompilato per scaricare le prestazioni infermieristiche?

Come segnalato nel documento La dichiarazione precompilata 2020 delle Agenzie dell’Entrate “Se il contribuente accetta il 730 precompilato senza apportare modifiche: non saranno controllati i documenti che attestano le spese indicate nella dichiarazione” mentre nel caso il contribuente modifichi queste voci, l’Agenzia potrà eseguire controlli su tutti gli oneri indicati.

Quadro E – Oneri e spese

Deducibilità della prestazione infermieristica dove inserire le spese sanitarie?
Deducibilità della prestazione infermieristica dove inserire le spese sanitarie?

Il “Quadro E – Oneri e spese” è dove inserire le spese sanitarie, qui è bene studiare il MODELLO 730/2020 – Istruzioni per la compilazione e farsi assistere da professionisti.

Per questo motivo noi consigliamo sempre il supporto di un professionista abilitato o di un CAF per non incorrere in sanzioni molto onerose, nonostante: “Salvo i casi di condotta dolosa del contribuente, l’eventuale pagamento di sanzioni sarà a carico del Caf o del professionista. Resta a carico del contribuente il pagamento delle maggiori imposte e degli interessi.

Per quanto tempo devono essere conservate le fatture?

Per esercitare il diritto alla detrazione, il contribuente deve essere in possesso di un documento di certificazione del corrispettivo rilasciato dal professionista sanitario dal quale risulti la figura professionale che ha effettuato la prestazione e la descrizione della prestazione sanitaria resa.

Le agevolazioni fiscali sulle spese sanitarie (Agenzia dell’Entrate)

Il consiglio è quello di tenere conservate per almeno cinque anni dalla dichiarazione dei redditi tutta la documentazione sanitaria, le fatture e gli scontrini:

  • ricevuta fiscale o fattura (ricevuta del pagamento del ticket, se la prestazione è
    resa nell’ambito del Servizio sanitario nazionale)
  • ricevuta fiscale o fattura da cui risulti la figura professionale e la descrizione della
    prestazione sanitaria

Quindi si, si possono scaricare le prestazioni degli infermieri ma è bene, per non incorrere in gravi sanzioni e controlli amministrativi, raccogliere e conservare la documentazione e farsi assistere da CAF o professionisti abilitati.

Autore: Dario Tobruk (Facebook, Twitter)

Aggiornamento al 06/07/2020 di un articolo del 2016

Fonti:

Condividi
Infermiere di Unità Coronarica presso ASST Garda, frequenta il Master in Tecniche ecocardiografiche presso UniCattolica di Brescia. Tra i molti interessi, ha una certa vocazione per tutto ciò che viene percorso da "corrente elettrica": computer, macchine, internet. Da grande, nel futuro, spera di curare i cyborg.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO