La respirazione patologica: spiegazione semplice con grafici e video.

 Un riassunto breve e conciso sulla respirazione patologica, attraverso l’osservazione della funziona respiratoria si possono ottenere dati molto utili ed anticipare attraverso la clinica cause anche gravi di alterazioni patologiche. Useremo grafici visivi e video per esporre visivamente il concetto e quindi memorizzarlo meglio.

Respiro di Biot

E’ un respiro causato generalmente da sindrome da meningite, tumori endocrini, e patologie a carico del cervello.
Si basa su una serie di veloci atti respiratori e una fase di apnea, per poi riprendere gli atti respiratori(in genere 4 o 5).

 

Il video di un paziente pediatrico in respirazione Biot:

 

 Respiro di Cheyne-Stokes

Causato da scompensocardiaco, coma uremico, intossicazione da oppiacei o narcotici, in genere nei pazienti anziani è un segno di imminente exitus.

 

E’ una lunga apnea con un respiro crescente e decrescente intervallato da un’altra apnea. Il video mostra una paziente anziana in verosimile exitus:

 

Respiro di Kussmaul


Respiro patologico compensatorio di acidosi metaboliche, come nell’insufficienza renale e nella chetoacidosi diabetica.  Sono atti respiratori profondi intervallati da pause prolungate dall’inspirazione e l’espirazione

 
Per maggiori informazione:
Guida al monitoraggio  in Area Critica

Guida al monitoraggio in Area Critica

a cura di Gian Domenico Giusti e Maria Benetton, 2015, Maggioli Editore

Il monitoraggio è probabilmente l’attività che impegna maggiormente l’infermiere qualunque sia l’area intensiva in cui opera.Verrebbe da dire che non esiste area critica senza monitoraggio intensivo. Il monitoraggio non serve per curare, ma fornisce informazioni...



Condividi
Infermiere di Unità Coronarica presso ASST Garda, frequenta il Master in Tecniche ecocardiografiche presso UniCattolica di Brescia. Tra i molti interessi, ha una certa vocazione per tutto ciò che viene percorso da "corrente elettrica": computer, macchine, internet. Da grande, nel futuro, spera di curare i cyborg.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO