Strage in RSA: 5 anziani morti, ospiti e operatori intossicati da CO

strage in RSA cinque morti e due operatori sanitari in gravi condizioni
strage in RSA cinque morti e due operatori sanitari in gravi condizioni

Strage in RSA a Lanuvio, in provincia di Roma. La struttura ospitava 10 anziani. Morti 5 anziani dei 10 intossicati. Coinvolti anche i due operatori sanitari che facevano la notte.  Tutti i sopravvissuti sono attualmente in condizioni gravissime per intossicazione da monossido di carbonio.

Strage in RSA: 5 anziani morti, ospiti e operatori intossicati da CO

La casa di riposo Villa dei Diamanti, ospitava 10 residenti appena. Sembra che il fatto sia accaduto mentre tutti dormivano. Quando stamattina l’infermiere ha raggiunto la struttura si è trovato di fronte la tragedia: cinque morti tra gli 80 e i 99 anni, i restanti ospiti in stato d’incoscienza insieme ai due operatori che facevano il turno notturno.

Immediatamente chiamati i soccorsi. Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco e carabinieri. Secondo Repubblica la struttura era inoltre un focolaio di Covid-19 e gli ospiti erano destinati ad essere trasferiti a breve. Gravissime condizioni per i due operatori sanitari, di cui è previsto il trasferimento presso il Policlinico Umerto I.

Domani lutto cittadino. “La giunta comunale di Lanuvio, vicina ai familiari delle persone decedute questa mattina all’interno della Casa di riposo privata Villa dei Diamanti, ha proclamato per domani il lutto cittadino“.

Il Comune di Laviano si stringe alla sua comunità: “Nel rispetto del lavoro degli inquirenti che è ancora in corso, si precisa che la Struttura è in possesso dei requisiti previsti dalla legge in termini urbanistici e di ogni altro per quanto di competenza comunale“.

Altri aggiornamenti in arrivo. 

 

Condividi
Infermiere di Unità Coronarica e Cardiologia, Master in Tecniche ecocardiografiche (UniCattolica). Web Content Editor medico-scientifico, iscritto al Master in Giornalismo e Comunicazione istituzionale della scienza. Nel 2016, in collaborazione con la casa editrice Maggioli, ha fondato DimensioneInfermiere.it.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO