ANIARTI: Carta di Riva del Garda. Esserci per contare!

Riceviamo e pubblichiamo la nota del presidente ANIARTI Silvia Scelsi in seguito alla sigla della Carta di Riva del Garda, il documento che accentra tutte le istanze della necessaria riforma del sistema urgenza-emergenza.


Questa è stata una delle rare occasioni in cui non solo le società scientifiche ma anche il mondo dei sindacati, il volontariato, gli ordini delle professioni si sono ritrovati di fronte agli attori principali della politica per chiedere di essere gli interlocutori per la riforma del sistema di emergenza urgenza.

Aniarti da sempre ha seguito questo ambito contribuendo alla revisione degli standard per il pronto soccorso, alle linee guida su triage e OBI.

Da tempo insieme alle altre società scientifiche ai sindacati e agli altri attori, si è cercato di dare un contributo alla politica con la finalità di arrivare ad una riforma che avesse al suo interno il contributo di chi ci lavora tutti i giorni.

I principi che abbiamo ribadito sono la centralità della figura infermieristica, la possibilità di avere degli indicatori misurabili che vengano dalla best practice e  rendano possibile un banchmark tra le varie organizzazioni, la necessità di adeguamento tecnologico l’inclusione di tutte le figure che compongono il sistema.

Siamo pronti al confronto affinché l’ennesima riforma non sia una legge che non considera le persone che tutti i giorni “fanno sistema”

Silvia Scelsi – Presidente ANIARTI

 

Condividi

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO