Austria: lockdown e obbligo vaccinale per tutti

La quarta ondata galoppa in modo forsennato. Tanto che la Germania è in ginocchio e l’Austria non se la passa tanto meglio. Anzi, da quest’ultima arrivano notizie clamorose: come annunciato da Innsbruck alla nazione dal cancelliere austriaco Alexander Schallenberg, dal prossimo lunedì  entrerà in vigore un lockdown totale per vaccinati e non.

L’unica opzione possibile

Il cancelliere ha spiegato che “si tratta dell’unica opzione possibile” per rallentare il virus, che durerà non più di venti giorni e che poi proseguirà ad oltranza per i non vaccinati. Ma non solo.

Dal 1 febbraio 2022 l’obbligo

L’Austria, infatti, dichiara Schallenberg, sarà il primo Paese dell’Unione Europea ad imporre il vaccino anti Covid-19: a partire dal 1 febbraio 2022 tutti i cittadini che, a quella data, non avranno ancora ricevuto alcuna dose di preparato immunizzante anti-Covid, saranno obbligati a farlo.

Intanto in Germania…

Anche in Germania la situazione è critica, tanto che il capo del Robert Koch Institute (l’istituto di sanità tedesco), Lothar Wieller, ha invitato la popolazione a restare a casa per fermare la spaventosa ondata di contagi Covid che ha colpito il Paese.

 

“Questa è un’emergenza nazionale, tutta la Germania è un unico grande focolaio, dobbiamo tirare il freno d’emergenza” ha dichiarato.

Il vaccino anti-Covid ha evitato più di 12.000 morti in Italia

Fonti: AdnKronos, Agenzia DIRE

Condividi
Infermiere di Emodinamica presso il Policlinico Umberto I di Roma e Redattore per Dimensione Infermiere (Maggioli Editore). Autore della raccolta di racconti "La suocera sul petto e altre storie vere" (Ianieri Edizioni, 2018), del romanzo "Buonanotte madame" (0111 Edizioni, 2014) e coautore del manuale di divulgazione scientifica "Assistenza respiratoria domiciliare - il paziente adulto tracheostomizzato in ventilazione meccanica a lungo termine" (Ed. Universitalia, 2013).

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO