Operatore sanitario no vax va a vaccinarsi in manette per protesta

Ha inscenato una protesta simbolica contro la “dittatura sanitaria” durante la vaccinazione anti Covid, un sedicente operatore sanitario: nel giorno del suo turno, si è normalmente presentato al centro vaccinale del PalaExpo di Mestre (Venezia) accompagnato da alcuni amici, ma…

Contro la ‘dittatura sanitaria’

Poco prima dell’anamnesi e dell’inoculazione, dopo alcuni gesti plateali di fronte alle telecamere presenti, ha dato vita ad un autentico show no vax. Spalleggiato dai propri accompagnatori, si è ammanettato i polsi e ha protestato contro l’obbligo vaccinale, spiegando di essersi trovato costretto a immunizzarsi in quanto operatore sanitario.

Alla fine si è vaccinato

Dopo qualche minuto ha tolto le manette, si è sottoposto all’anamnesi, ha espresso il proprio necessario consenso e ha ricevuto la sua dose immunizzante. Ha quindi aspettato i canonici 15 minuti e ha lasciato la struttura insieme ai suoi amici.

Nessun disservizio

Il fatto è stato reso noto dalla Ulss 3 Serenissima, la cui direzione ha ringraziato gli operatori in servizio al PalaExpo per la paziente e puntuale gestione del caso, che fortunatamente non ha lasciato spazio a disservizi o perdite di tempo. 

Fonte: Il Corriere del Veneto

No vax va a farsi vaccinare con un braccio finto: scoperto e denunciato

06

Condividi
Infermiere di Emodinamica presso il Policlinico Umberto I di Roma e Redattore per Dimensione Infermiere (Maggioli Editore). Autore della raccolta di racconti "La suocera sul petto e altre storie vere" (Ianieri Edizioni, 2018), del romanzo "Buonanotte madame" (0111 Edizioni, 2014) e coautore del manuale di divulgazione scientifica "Assistenza respiratoria domiciliare - il paziente adulto tracheostomizzato in ventilazione meccanica a lungo termine" (Ed. Universitalia, 2013).

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO