Premio “Welfare Oggi 2024”: come partecipare

Scarica PDF Stampa


Fai parte di un Ente o di una società privata che ha realizzato un progetto innovativo in ambito sociale e sanitario? Puoi candidare il tuo lavoro al Premio Welfare Oggi 2024, il premio istituito dalla rivista Welfare Oggi del Gruppo Maggioli, per valorizzare e far conoscere i migliori percorsi e progetti presenti nel territorio e che esprimano valore di innovatività, nei seguenti ambiti:
● Nuove povertà, nuovi bisogni
● Nuovi servizi (oppure nuova modulazione di servizi esistenti)
● Percorsi gestionali e organizzativi (iter procedurali, soluzioni tecnologiche).


Possono accedere al Premio tutte le strutture pubbliche, private, del terzo settore e non profit che abbiano realizzato un progetto innovativo in ambito sociale e sanitario. La partecipazione è gratuita e la scadenza per l’invio dei progetti è il 31 ottobre 2024.

Premi
La premiazione finale avverrà durante lo svolgimento della sessione plenaria del Forum della Non Autosufficienza e dell’autonomia possibile, in programma a novembre a Bologna. Si tratta dell’evento di riferimento a livello nazionale del settore dell’assistenza ai pazienti fragili e anziani e nel 2024 ha già realizzato due eventi spin-off: a marzo a Bari per il Focus Puglia e a maggio a Milano con il Focus Lombardia.


Tra i 10 progetti inizialmente selezionati dalla Giuria, i primi tre riceveranno i seguenti premi:

● 1° Premio
BUONO ACQUISTO DA 1.000 EURO
in prodotti Maggioli Editore e FormazioneMaggioli
● 2° Premio
BUONO ACQUISTO DA 500 EURO
in prodotti Maggioli Editore e FormazioneMaggioli
● 3° Premio
BUONO ACQUISTO DA 250 EURO
in prodotti Maggioli Editore e FormazioneMaggioli


Edizione 2023
Nella scorsa edizione ha vinto il primo premio l’Azienda Sanitaria San Camillo Forlanini di Roma con il progetto Servizio Tobia, che offre alle persone con disabilità intellettiva o relazionale l’opportunità di accedere alle procedure diagnostiche utili e necessarie a prevenire e curare patologie non direttamente legate alla malattia principale da cui sono affetti, nella fascia di età che va da 6 anni a 65 anni.

Al secondo posto invece si era classificato il progetto Cose Buone e Giuste di Kyosei Cooperativa Sociale, la bottega/libreria/bistrot attiva a Catanzaro per l’inserimento lavorativo di vittime di abusi sessuali.


Il terzo posto invece era stato assegnato al progetto Ruota di Barreto del Servizio Sociale di Comunità del quartiere San Donato San Vitale del Comune di Bologna, che ha attivato un centro di ascolto e di parola basato sul metodo del famoso etnopsichiatra Adalberto de Paula Barreto.

Per informazioni sul bando e sul regolamento del Premio Welfare Oggi 2024, https://www.nonautosufficienza.it/partecipa-premio-welfare-oggi/

Sara Sacco

AddText 05 28 11.07.59

Alessio Biondino

Scrivi un commento

Accedi per poter inserire un commento