Aiop in ginocchio: “Non riusciamo a reperire infermieri”

Scarica PDF Stampa

In occasione della presentazione dell’undicesimo bilancio sociale di Aiop Bologna, il presidente Averardo Orta ha lanciato l’allarme (VEDI Il Corriere di Bologna): Non riusciamo a reperire personale infermieristico nonostante cerchiamo gli infermieri nel mondo, abbiamo agenzie che li formano, ma ci vogliono mesi, di fronte a questi ritmi di sostituzione va in crisi la nostra capacità di erogare prestazioni, che oggi è cruciale perché ci viene chiesto di dare una mano per l’abbattimento delle liste d’attesa; come possiamo farlo senza il personale”?

Per evitare la fuga di personale dal privato al pubblico, Orta propone di organizzare un tavolo congiunto tra sanità pubblica e privata “per trattare il tema delle assunzioni, perché portarci via il personale l’un l’altro non è la soluzione ideale e ci mette in gravissima difficoltà”.

Sul fronte infermieristico, le previsioni del direttore generale dell’Ausl di Bologna, Paolo Bordon, sono a dir poco nefaste: “Nei prossimi cinque o sei anni la carenza di medici sarà minore, anche se l’adesione dei giovani ai percorsi specialistici nel campo dell’emergenza-urgenza è al 50% dei posti disponibili”, ma la situazione “peggiorerà sul fronte degli infermieri, perché questo tipo di professione ha un appeal limitato. Questo può mettere in crisi sia il pubblico che il privato”.

Il privato è in ginocchio perché mancano gli infermieri, quindi. Ma non è l’unico motivo, visto che il caro energia rischia di far chiudere molte aziende: “Nel 2019 in un anno abbiamo speso 370mila euro per energia elettrica e gas, nel 2022 spenderemo 1,6 milioni, oltre 4 volte in più. Non è sostenibile per le nostre imprese, non possiamo compensare aumentando tariffe o budget” sottolinea Orta.

Che fa un chiaro appello al nuovo Governo: “Non si può far parte di una squadra quando c’è bisogno e poi abbandonare il soggetto quando è più debole; affrontiamo questa crisi epocale, ma insieme, perché alla fine dell’anno nessuno ripiana i nostri passivi di bilancio, se i conti non tornano l’azienda chiude”.
AddText 11 21 10.14.57
Infermiere – Manuale per i concorsi e la formazione
FORMATO CARTACEO
L’infermiere Il manuale, giunto alla X edizione, costituisce un completo e indispensabile strumento di preparazione sia ai concorsi pubblici sia all’esercizio della professione di infermiere. Con un taglio teorico-pratico affronta in modo ampio ed esaustivo tutte le problematiche presenti. La prima parte concettuale ricostruisce l’organizzazione del mercato sanitario e affronta gli elementi tipici del processo di professionalizzazione dell’infermiere, a seguito delle novità della Legge Lorenzin n. 3/2018. La stessa parte evidenzia gli aspetti innovativi della professione avendo cura di offrire al lettore un’ampia panoramica sulle teorie del Nursing e l’utilizzo dei nuovi strumenti operativi. Al termine di ogni capitolo, test di verifica e risposte commentate permettono di verificare il grado di preparazione raggiunto e di allenarsi in vista delle prove concorsuali. La seconda parte applicativa prevede l’adozione di casi clinici quale strumento di attuazione della teoria alle procedure tipiche dell’assistenza infermieristica di base, specialistica e pre e post procedure diagnostiche, presentandosi come un validissimo supporto tecnico e metodologico all’esercizio della professione. Il manuale risulta essere uno strumento prezioso sia per lo studente sia per chi già opera nelle strutture sanitarie, in quanto offre al lettore la possibilità di valutare passo a passo le conoscenze acquisite attraverso la risoluzione dei test di verifica presenti alla fine di ogni capitolo e l’analisi motivata delle risposte. Nella sezione online su www.maggiolieditore.it, accessibile seguendo le istruzioni riportate in fondo al volume, saranno disponibili eventuali aggiornamenti normativi.   Cristina FabbriLaurea magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche. Laureata in Sociologia, Professore a contratto di Infermieristica, Università degli Studi di Bologna, corso di Laurea in Infermieristica-Cesena. Dirigente Professioni sanitarie Direzione Infermieristica e Tecnica Azienda USL Romagna, ambito Ravenna.Marilena MontaltiInfermiere, Dottoressa in Scienze infermieristiche e ostetriche. Master II livello in Ricerca clinica ed epidemiologia, prof. a.c. C. di Laurea in infermieristica, Università di Bologna. Responsabile Infermieristico Dipartimento Internistico, Azienda della Romagna Ambito di Rimini. Marilena Montalti, Cristina Fabbri | Maggioli Editore 2020
32.30 €