Cambio compensativo? Alessandro Bria ideatore di SSN App ha la soluzione.

Alessandro Bria è un giovane infermiere che lavora all’estero. È anche l’ideatore di SSN App, un’applicazione per smartphone che aiuta i professionisti sanitari nella ricerca del lavoro: concorsi, mobilità, cambi compensativi, informazioni. Tutto in un’unica risorsa. 

SSN App ha attualmente 17000 download, e più di 300 utenti hanno dichiarato di aver trovato un cambio compensativo grazie a questa applicazione che, grazie ad un elaborato algoritmo informatico, incrocia la domanda e offerta di cambi alla pari fino a tre persone contemporaneamente. 

Per accedere a quest’ultimo servizio bisogna pagare un piccolo abbonamento, ma come dichiarato dal collega che l’ha pensata, ne vale assolutamente la pena. Ci siamo fatti raccontare il suo viaggio in questa avventura, dall’idea alla sua realizzazione, dal posizionamento nel vasto mercato delle applicazioni al suo successo sempre più crescente.

Cambio compensativo? Alessandro Bria, ideatore di SSN App ha la soluzione.

Ciao Alessandro, è un piacere conoscerti, la tua applicazione ha ormai raggiunto 17000 download e centinaia di abbonamenti in corso: come è nata l’idea? Come l’hai realizzata? 

Circa 2 anni fa, mi sono trovato anch’io nella situazione di dover cercare un cambio compensativo per raggiungere la mia famiglia e la mia terra d’origine. C’erano e ci sono tutt’oggi diversi modi per dare visibilità a questa problematica attraverso l’utilizzo delle più conosciute piattaforme sociali anche se a tutto c’è un limite : gli annunci restano annunci e ci vuole fortuna affinché le varie informazioni si incrocino.

Sulla base di questa riflessione, ho creduto fin dall’inizio che ci fosse bisogno di un elaboratore di queste informazioni, un algoritmo che faccia il lavoro sporco al tuo posto evitando inutili perdite di tempo al sanitario. Ho ideato quindi SSN App e come pensavo alla fine ho avuto ragione. Non essendo esperto in informatica e volendo dare il migliore servizio possibile, ho contattato una software house romana per concretizzare il progetto. 

Le tue esperienze personali e professionali, in qualche modo, hanno contribuito alla nascita di SSN App?

Si, come dicevo poc’anzi, in precedenza ero anch’io uno dei tanti professionisti sanitari che si è trovato nella medesima situazione. Brutta cosa vivere e lavorare in un posto che non ti appartiene, l’Italia è bella dappertutto ma la terra d’origine resta sempre il nostro “primo amore“. 

Come è organizzata l’applicazione, per quali utenti è utile questa App, a quali bisogni risponde? In poche parole, spiegaci come potrebbe aiutare un sanitario nel lavoro.

L’app è costituita da tre sezioni : concorsi, news e ricerca cambi compensativi. 

La parte dedicata ai concorsi tiene aggiornato l’utente per ciò che concerne i bandi di concorsi, avvisi, diari, rettifiche attraverso l’utilizzo di 2 pratici tasti : Link Gazzetta e link Azienda. Premendo gli stessi l’utente viene reindirizzato rispettivamente sull’atto specifico pubblicato in Gazzetta ufficiale o sulla home page del sito dell’ azienda espletrice del bando in oggetto. 

La sezione news, novità del 2021, informa l’utente con le più rilevanti novità pubblicate dai siti più autorevoli del settore sanitario.

La sezione cambi compensativi, rappresenta il fulcro dell’app stessa. È una macchina stupenda, attraverso questa “macchina” più di 300 (328 per essere precisi) dei miei colleghi hanno gioito ottenendo un trasferimento per la meta desiderata. 

Gran parte della nostra vita la passiamo lavorando, perché non farlo nel posto in cui ci sentiamo meglio, ci sentiamo a casa, ci sentiamo “felici”? 

Come evolverà la tua applicazione? O forse hai altri progetti in mente?

L’ app ha un programma abbastanza lungo e articolato. Si capisce fin dall’inizio che non abbiamo nessuna voglia e intenzione di fermarci. Abbiamo raccolto tanto sostegno da quando abbiamo avviato il progetto SSN App, tanta fiducia da parte degli utenti e siamo fiduciosi anche oggi, testimonia il fatto che in soli pochi giorni centinaia di utenti hanno acquistato l’abbonamento annuale di 29 euro. 

E grazie a questo piccolo investimento, a breve, ne vedrete delle belle. 

Grazie mille e in bocca al lupo Alessandro!

Leggi anche:

Comunicare con un paziente straniero con Google Translate

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO