Cure palliative, Draoli (FNOPI): “Infermiere figura fortemente specializzata che si fa carico della persona in maniera olistica”

Scarica PDF Stampa

In occasione della giornata nazionale delle Cure Palliative (lo scorso 11 novembre) Nicola Draoli, presidente dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Grosseto e rappresentante della FNOPI, ha colto l’occasione per ringraziare tutti gli infermieri impegnati in questo particolare ambito dell’assistenza alla persona (VEDI).

“Nelle cure palliative, che si realizzano non solo nelle strutture preposte come l’Hospice, ma anche a domicilio e grazie, spesso, al supporto di associazioni di volontariato spiega Draoli – “la presenza infermieristica ha un ruolo fondamentale”.

“Si tratta di una figura fortemente specializzata, che opera in maniera capillare in un settore in cui, più di altri, si mettono al centro i bisogni delle persone nella sua complessità. Nelle cure palliative, infatti, ci si fa carico della persona in maniera olistica, mettendo a punto dei percorsi altamente specializzati e personalizzati, unici e irripetibili”.

“Il percorso di cure palliative non ha a che fare solo con la cura ma, piuttosto, con l’esigibilità dei diritti delle persone e crediamo che ci sia ancora molto da fare per far conoscere le possibilità che i cittadini hanno nel percorso di fine vita o quando si trovano ad affrontare malattie croniche, facendo informazione, sia per le persone che per i sanitari, sulla legge 38 del 2010, sulla disposizione di fine trattamento (Dat) sulla cura del dolore. Ben vengano, quindi, tutte le iniziative – conclude il presidente – per favorire una maggiore conoscenza”.