Educazione alimentare: un approccio più efficace.

il primo passo per una educazione alimentare
Articolo della Dott.ssa Cinzia Dalla Gassa

Il dibattito attorno al tema dell’alimentazione e alle soluzioni più efficaci per recuperare forma fisica e benessere è ricco di proposte di ogni genere, da quelle di studiosi e professionisti competenti a quelle di pseudoesperti e guru che contribuiscono ad arricchire le pagine dei volumi nella sezione “Alimentazione” di siti web e librerie.

Ciononostante il dilemma rimane sempre lo stesso: come si fa davvero a cambiare abitudini alimentari? Una dieta che si rispetti, qualsiasi essa sia, consiglia cosa mangiare, come fare la spesa e come cucinare, il tutto condito con un elenco di buone norme a tavola e, molto spesso, di cibi da preferire o da limitare. Ma … è sufficiente?

E’ probabile che concentrarsi solo sulle modifiche da fare nel piatto non basti per apprendere un nuovo modo di alimentarsi. In effetti, nella ricetta del benessere proposta in qualunque dieta, questi sono proprio gli ingredienti che mancano. La dieta spiega cosa mangiare, ma senza riferimenti a come fare a cambiare quelle abitudini, fatte di schemi e atteggiamenti mentali, che rendono difficile raggiungere i risultati attesi.

Un approccio diverso di educazione alimentare

La constatazione della difficoltà di aiutare le persone a realizzare il cambiamento alimentare desiderato, ha condotto Cinzia Dalla Gassa e Carlo Pettinelli, autori del libro Il Primo P.A.S.S.O. Manuale di coaching nutrizionale, ad analizzare cosa avviene durante un percorso di educazione alimentare, lasciando emergere i dettagli relativi alla relazione tra esperto e cliente, potenzialmente responsabili anche di un aumento del rischio di abbandono della dieta.

Una soluzione efficace di nutrizione alimentare

Secondo gli autori, pur considerando le abitudini alimentari della persona, i suoi gusti e le sue aspettative, nell’elaborazione del piano alimentare i professionisti mancano di analizzare in modo più approfondito l’intera vita alimentare del cliente, che contempla necessariamente aspetti mentali, emotivi e corporei.

Tralasciarli implica ignorare fattori che possono favorire o bloccare il cambiamento. L’analisi degli autori converge nella proposta di Primo P.A.S.S.O.®, un modello di educazione alimentare integrata che guida il professionista attraverso le 5 fasi dell’acronimo passo (Preparazione, Accoglienza, Storia, Schemi mentali, Obiettivi) a esplorare quanti più dettagli relativi all’esperienza con il cibo del suo cliente, valorizzandone gli aspetti mentali e corporei in un modo che potrebbe portare a cambiarne la prospettiva per lavorare con più efficacia sul cambiamento.

 

Il primo p.a.s.s.o.

Il primo p.a.s.s.o.

Cinzia Dalla Gassa - Carlo Pettinelli, 2016, Maggioli Editore

Cinzia Dalla Gassa Dietista, con perfezionamento in terapia dei disturbi alimentari. Master Practitioner in PNL, è diplomata in coaching e in comunicazione ipnotica. È autrice del libro Dimagrire con la mente, tutti sanno cosa fare pochi sanno come. È fondatrice e...



 

Condividi

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO