Incontri tra FNOPI e sindacati per un riconoscimento maggiore della professione infermieristica

Scarica PDF Stampa

Gli infermieri meritano nel ridisegno della professione e nelle politiche contrattuali un riconoscimento maggiore di quello attuale. È grazie a questa certezza condivisa che FNOPI e sindacati vogliono dare il via a una nuova stagione di crescita per la professione infermieristica.

Gli incontri tra FNOPI e sindacati

In un comunicato della Federazione (VEDI), infatti, è stata data agli iscritti la notizia dei diversi incontri che la FNOPI sta mettendo in atto con Cgil, Cisl, Uil, FSI Usae e Nursind. 

Incontri che vogliono consolidare la “sinergia funzionale allo sviluppo e riconoscimento della professione infermieristica all’interno dei contratti pubblici e privati e “una collaborazione e un supporto proattivo alla crescita della professione anche dal punto di vista dell’organizzazione del lavoro, del trattamento economico e della carriera.

Vincolo di esclusività e carenza di infermieri

La FNOPI non si è dimenticata di mettere sul piatto temi cruciali come le indennità di specificità, il vincolo di esclusività, lo sviluppo contrattuale delle specializzazioni e la salvaguardia degli incarichi delle funzioni di organizzazione, a cui si è aggiunta la necessità di superare i limiti imposti dalla legge alla costituzione dei fondi contrattuali per dare risposte adeguate agli infermieri italiani.

Si è parlato anche di organizzazione del personale, del ruolo centrale degli infermieri previsto dal PNRR, ma soprattutto della carenza di personale infermieristico. Relativamente a quest’ultimo e cronico dramma, sono stati affrontati temi come la programmazione universitaria, i rischi di svalutazione, le mancate cure ai cittadini e il confronto con i numeri degli altri paesi europei.

Gli incontri continueranno

Sul tavolo sono finiti anche argomenti come lo sviluppo di dirigenza e management, la gestione e il governo dei processi assistenziali (autonomi, responsabili e proattivi) nei vari contesti di esercizio professionale e non è stata tralasciata la questione delle strutture socio sanitarie del mondo privato e convenzionato, che in questo periodo risultano al collasso un po’ in tutta Italia.

Nel suo comunicato, la FNOPI ha dichiarato che continuerà a programmare incontri con i Sindacati al fine di sviluppare, in un dialogo comune e rispettoso delle reciproche prerogative e priorità, i tempi per trasformare i vari temi sia per inserirli non solo nelle leggi in discussione in Parlamento, che per valorizzarli ai tavoli negoziali per il rinnovo del Ccnl 2019-2021”.

Autore: Alessio Biondino

Stipendio medici e infermieri, “disparità abissale”

Tag