Infermiere e vigili salvano vita a bagnante colto da malore

pronto soccorso affollato

Due agenti della polizia municipale ed un infermiere fuori servizio hanno salvato un uomo colto da malore in acqua.

Malore in acqua, soccorso da polizia e infermiere fuori servizio.

È successo a Mondragone, in provincia di Caserta. Due agenti della municipale, si sono piombati sulla spiaggia guidati dalle urla degli astanti per prestare soccorso al bagnante.

Insieme ad un infermiere fuori servizio della zona, hanno iniziato le manovre rianimatorie: massaggio cardiaco e uso del defibrillatore, chiesto al gestore dello stabilimento balneare. Le normative impongono la presenza di DAE nelle zone ad alto flusso di persone.

Massaggio e scariche, una dopo l’altra, davanti a decine di persone che affollavano la spiaggia intorno. Poi un sospiro di sollievo quando il cuore del malcapitato ricomincia a battere. Segue la corsa urgente presso il nosocomio di zona per mettere in sicurezza il paziente.

L’uomo è stato affidato alle cure del personale sanitario, giunto in spiaggia con un’ambulanza, e trasportato in ospedale. I presenti hanno ringraziato i due agenti e l’infermiere per il salvataggio. Parole di elogio sono state espresse nei loro confronti anche dal comandante che ha sottolineato “la professionalità, la passione e il senso del dovere” dei due agenti. L’infermiere è stato ringraziato dai presenti.

Condividi

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO