Ipasvi di Palermo presente al Congresso mondiale degli Infermieri a Singapore

Ipasvi palermo a Singapore

Al centro di importanti mutamenti, la figura dell’infermiere guarda a se stessa cercando di proiettarsi entro nuovi confini. In quest’ottica, è di sicuro prestigio la missione in Singapore di una delegazione di infermieri dell’Ipasvi di Palermo, arrivati in questa terra lontana per fare il punto sulla situazione professionale della categoria e partecipare attivamente al Congresso mondiale degli Infermieri. 

La delegazione Siciliana è stato guidata dal presidente Ipasvi della regione dr. Francesco Gargano, ed ha avuto come obiettivo principale la presentazione di un lavoro di ricerca della dottoressa Marica Lo Monaco, avente come titolo: “The M.U.S.E. project: a nursing centered multidimensional assessment of elderly outpatient with comorbidities”, la cui presentazione è avvenuta gli ultimi giorni di Luglio.

Un’occasione che, come anticipato, è stata di grande aiuto per fare il punto della situazione sulle concrete possibilità di crescita degli infermieri. Una professione sempre più inserita nelle dinamiche delicate della cura.  Le aree di discussione interessate hanno avuto i seguenti argomenti: a) Le competenze avanzate dell’infermiere e le prospettive globali; b) La formazione infermieristica rispetto alle tendenze internazionali; c) La leadership infermieristica e i modelli di cura tra le diverse culture; d) Il nursing internazionale e la salute globale nel mondo.

Professione infermiere: alle soglie del XXI secolo

Professione infermiere: alle soglie del XXI secolo

Caterina Galletti, Loredana Gamberoni, Giuseppe Marmo, Emma Martellotti, 2017, Maggioli Editore

La maggior parte dei libri di storia infermieristica si ferma alla prima metà del ventesimo secolo, trascurando di fatto situazioni, avvenimenti ed episodi accaduti in tempi a noi più vicini; si tratta di una lacuna da colmare perché proprio nel passaggio al nuovo millennio...



 

Parlare di professione infermieristica vuole dire inserire le sue dinamiche entro i margini non più ristretti del piccolo ospedale locale, e soprattutto della modesta concezione di alcuni interlocutori nazionali. La partecipazione al V Congresso Mondiale degli Infermieri lascia in eredità, a coloro i quali vi hanno partecipato, una maggiore consapevolezza sul bisogno che viene percepito di figure professionali competenti e al passo con l’evoluzione dei nostri tempi.   

Le parole del presidente regionale siciliano dell’Ipasvi, chiariscono nel dettaglio il precipuo significato della missione infermieristica inserita nel mondo che avanza: “possiamo affermare che l’esperienza ci ha arricchito, come professionisti e come gruppo regionale dell’IPASVI; l’evento ci conferma l’impegno di responsabilità dell’ appropriatezza e della qualità delle nostre azioni di cura personalizzate messe in campo tutti i giorni, per promuovere una salute globale.”

Ipasvi Chieti: pochi infermieri per assistere i cittadini del territorio.

Condividi
Avvocato; giornalista pubblicista; copywriter. Esperto di diritto sanitario a seguito di un percorso formativo in ambito legale con il conseguimento della laurea magistrale in Giurisprudenza presso l'Università degli studi di Catania ed il successivo ampliamento delle conoscenze in ambito sanitario e giornalistico.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO