Ecco come avere la moneta da 2 euro dedicata alle professioni sanitarie

Scarica PDF Stampa

Intanto che rimaniamo in attesa, più o meno fiduciosi, di un sacrosanto adeguamento economico e contrattuale, noi infermieri italiani possiamo ‘litigarci’ una moneta da due euro.

Introvabile

Già, perché il pezzo emesso dal Poligrafico e dalla Zecca dello Stato in soli 3 milioni di esemplari lo scorso 22 giugno per dire ‘GRAZIE’ ai professionisti sanitari impegnati contro la Covid-19 (VEDI), ad oggi risulta praticamente introvabile.

Una moneta per dire ‘GRAZIE’

Sulla moneta sono ben visibili un uomo e una donna che indossano la mascherina e un camice. Lui ha una cartella clinica in mano, mentre lei ha chiaramente un fonendoscopio al collo. Ai lati della coppia, vi sono una croce rossa stilizzata e un cuore mentre in alto domina la scritta in stampatello “GRAZIE”.

Unità e coesione nazionale

Come spiegato dal Ministero dell’Economia in un comunicato, i temi “vogliono rappresentare un sentimento di unità e coesione nazionale che si esprime nella celebrazione di personaggi, eventi storici e artisti che sono simboli della nostra tradizione e cultura d’impresa.

Ma anche nella gratitudine verso coloro che, nell’anno segnato dalla pandemia di COVID-19, hanno messo senza riserve la loro professionalità al servizio della comunità”.

Come averla

Abbiamo fatto un giro su Ebay e ne abbiamo trovate per tutte le tasche. C’è chi si vende la moneta a 149.99 euro (più 9.50 di spedizione, VEDI), chi a 69.90 (più 6 euro di spedizione, VEDI), chi a 49.99 (più 7.49 di spedizione, VEDI) e anche chi, fortunatamente, lo fa ad un prezzo più accessibile: 3.10 euro (più 4 di spedizione, VEDI) o 3.70 (più 3.20 di spedizione, VEDI).

Autore: Alessio Biondino

ECG facile: dalle basi all’essenziale
FORMATO CARTACEO
ECG facile Quando un infermiere entra in un nuovo contesto lavorativo, viene investito da un’onda di gigantesche proporzioni di protocolli, nozioni, dinamiche, relazioni e migliaia di cose da sapere. Fortunatamente, però, la saggezza professionale insegna che le cose hanno, alla fine, sempre la stessa dinamica: prima è tutto difficile, poi diventa normale, e prima o poi le cose si faranno semplici. È un ciclo che si ripete. Quale che sia il reparto o il servizio, prima si affronterà la montagna e prima si potrà godere della vista incantevole dei picchi a fianco delle nuvole, e scendere a valle soddisfatti del cammino, pronti per la prossima sfida. L’interpretazione dell’elettrocardiogramma è una di queste sfide. Lo scopo di questo breve manuale è guidare il sanitario, per quanto sia possibile, verso il pendio più semplice da scalare, aiutandolo passo dopo passo ad acquisire gli strumenti per non cedere mai di fronte alle avversità. A differenza dei numerosi manuali di autoapprendimento all’interpretazione dell’ECG disponibili nelle librerie e sul mercato, questo testo non è stato pensato per medici, ma è scritto e pensato per il personale sanitario come l’infermiere o, se volete, il tecnico sanitario perfusionista o di radiologia, che ogni giorno si confrontano con questo meraviglioso strumento di indagine. Il manuale tra le vostre mani ha il solo scopo di farvi sviluppare un unico superpotere: saper discriminare un tracciato normale da uno patologico, sapere quando dovrete segnalarlo al medico, e possibilmente salvare la vita del paziente. Scusate se è poco! Dario Tobruk Infermiere di area critica, ha lavorato in Cardiologia e UTIC e si è specializzato in ambito cardiologico. Da sempre persegue l’obiettivo di occuparsi di informazione, divulgazione e comunicazione medico-scientifica. In collaborazione con la casa editrice Maggioli, ha fondato dimensioneinfermiere. it, che tuttora dirige. Dario Tobruk | Maggioli Editore 2021
14.00 €
Tag