È morta L. Fletcher, la spietata infermiera de “Qualcuno volò sul nido del cuculo”

Scarica PDF Stampa

Louise Fletcher, l’attrice statunitense divenuta celebre per aver interpretato la spietata infermiera Mildred Ratched nel film “Qualcuno volò sul nido del cuculo” (1975), è morta lo scorso 23 settembre all’età di 88 anni dopo essere sopravvissuta a ben due tumori al seno.

L’Oscar e il sogno

Come dichiarato da suo figlio Andrew Bick a The Hollywood Reporter, Louise si è spenta per cause naturali nella sua casa di Montdurausse, in Francia.

Quando, nel 1976, ricevette l’Oscar come miglior attrice per la suddetta interpretazione della diabolica infermiera, Fletcher dichiarò: “Sembra proprio che mi abbiate odiato tutti così tanto da darmi un Oscar; tutto quello che posso dire è che ho amato essere odiata da voi”.

Dopodiché, rivolgendosi ai suoi genitori nelle lingua dei segni (entrambi erano sordomuti), l’attrice disse: “E se volete scusarmi: per mia madre e mio padre, voglio dire grazie per avermi insegnato ad avere un sogno. State vedendo il mio sogno realizzarsi”.

Il premio Bafta e il Golden Globe

Per quel ruolo che trasudava malvagità, oltre all’Oscar Louise ottenne anche il premio Bafta e il Golden Globe.

Tra le altre sue interpretazioni: accanto a Keith Carradine e Shelley Duvall nel film “Gang” (1974, di Robert Altman); al fianco di Peter Falk in “A proposito di omicidi” (1978); la psichiatra in “L’esorcista II – L’eretico” (1977) di John Boorman; il leader religioso Kai Winn Adami nella serie “Star Trek: Deep Space Nine” (1993-99); la madre spacciatrice di William H. Macy nella serie tv “Shameless” (2011-12).

https://www.dimensioneinfermiere.it/caro-energia-nel-2023-gli-infermieri-arriveranno-fine-mese-parere-esperti/

Tag