No vax all’infermiera: “Siete voi che ci portate il virus”

Scarica PDF Stampa

Nuova denuncia dell’associazione Nessuno Tocchi Ippocrate divulgata tramite Facebook (VEDI): ad Acerra, nel napoletano, un’infermiera dell’Asl Napoli 2 Nord sarebbe stata aggredita verbalmente da una ragazza no vax.

Il racconto della collega

“Salve sono un’infermiera del 118 e lavoro sul territorio di Napoli 2 nord con la precisione postazione Casalnuovo Mike. Proprio in questo momento siamo rientrati da un intervento avvenuto ad Acerra come neurologico giallo.

Giunti sul posto , io (CPSI) e medico iniziamo a salire a casa della paziente… nella stanza 10 persone ovviamente tutti senza mascherina e la paziente in totale crisi isterica.”

‘Siete voi che ci portate il virus’

Dopo aver preso tutti i parametri e somministrato farmaci tranquillanti.. dopo 15min.. alla mia domanda: ‘Ma la signora è vaccinata?’ … una ragazza di circa 20anni inveisce contro di noi urlando : ‘SIAMO NO VAX, SIETE VOI CHE CI PORTATE IL VIRUS’.

‘Voi siete infetti’

Allora alla mia domanda di perché chiamare il 118 lei controbatte: ‘Perché è dovere vostro!!!’. Sempre con aria minacciosa e avvicinandosi a un palmo dal viso urla dicendo: ‘Voi siete infetti e così dovete essere trattati’ (ovvero con le minacce). Dopo un po’ la ragazza viene allontanata… e per fortuna la paziente si riprende e chiede scusa.”

Da ‘eroi’ a untori

Ci risiamo, quindi: in un paese dove la memoria è quasi sempre troppo corta, ecco che per alcuni cittadini gli ‘eroi’ della pandemia si sono trasformati addirittura negli untori del male che ha messo in ginocchio il mondo. Incassiamo, ancora una volta, a testa alta. Anche se un po’ di amaro in bocca… è inevitabile. 

Autore: Alessio Biondino

Argentero: ‘Medici e infermieri non possono vincere la Covid da soli’

Tag