Pubblica sui social la foto “rubata” di un’infermiera in servizio, condannato

Scarica PDF Stampa
Era in un momento di pausa, sul posto di lavoro, presso il pronto soccorso dell’ospedale Belcolle (Viterbo). E, suo malgrado, è stata fotografata da un paziente 55enne stanco di aspettare il suo turno. Il post incriminato È così che un’infermiera viterbese 34enne si è ritrovata sui social network, in un post (pubblico) assai poco lusinghiero per la sua persona e per la sua categoria: “Io mi chiedo da un ospedale cosa vuoi? Vorrei tanto che funzionasse, ma al pronto soccorso chiedi per sapere qualcosa e ti rispondono ‘scusi ho da fare con altri pazienti’… E invece? Poi non bestemmi e ti incazzi come un somaro? Fanculo”. La querela Così c’era scritto nella didascalia che accompagnava la foto ‘rubata’, pubblicata l’8 agosto del 2015. Dopo due mesi, venuta a conoscenza dello scatto, la professionista ha querelato l’uomo per diffamazione aggravata a mezzo Facebook, costituendosi parte civile contro l’imputato per ribadire la richiesta di condanna e il risarcimento dei danni. La condanna E a distanza di sette anni, come riportato da Tuscia Web, il paziente ‘paparazzo’ è stato condannato a sei mesi di reclusione (due mesi in più di quanto richiesto dall’accusa) e a una provvisionale di duemila euro alla vittima da parte del Tribunale di Viterbo (giudice: Alessandra Aiello).
Infermiere – Manuale per i concorsi e la formazione
FORMATO CARTACEO
L’infermiere Il manuale, giunto alla X edizione, costituisce un completo e indispensabile strumento di preparazione sia ai concorsi pubblici sia all’esercizio della professione di infermiere. Con un taglio teorico-pratico affronta in modo ampio ed esaustivo tutte le problematiche presenti. La prima parte concettuale ricostruisce l’organizzazione del mercato sanitario e affronta gli elementi tipici del processo di professionalizzazione dell’infermiere, a seguito delle novità della Legge Lorenzin n. 3/2018. La stessa parte evidenzia gli aspetti innovativi della professione avendo cura di offrire al lettore un’ampia panoramica sulle teorie del Nursing e l’utilizzo dei nuovi strumenti operativi. Al termine di ogni capitolo, test di verifica e risposte commentate permettono di verificare il grado di preparazione raggiunto e di allenarsi in vista delle prove concorsuali. La seconda parte applicativa prevede l’adozione di casi clinici quale strumento di attuazione della teoria alle procedure tipiche dell’assistenza infermieristica di base, specialistica e pre e post procedure diagnostiche, presentandosi come un validissimo supporto tecnico e metodologico all’esercizio della professione. Il manuale risulta essere uno strumento prezioso sia per lo studente sia per chi già opera nelle strutture sanitarie, in quanto offre al lettore la possibilità di valutare passo a passo le conoscenze acquisite attraverso la risoluzione dei test di verifica presenti alla fine di ogni capitolo e l’analisi motivata delle risposte. Nella sezione online su www.maggiolieditore.it, accessibile seguendo le istruzioni riportate in fondo al volume, saranno disponibili eventuali aggiornamenti normativi.   Cristina FabbriLaurea magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche. Laureata in Sociologia, Professore a contratto di Infermieristica, Università degli Studi di Bologna, corso di Laurea in Infermieristica-Cesena. Dirigente Professioni sanitarie Direzione Infermieristica e Tecnica Azienda USL Romagna, ambito Ravenna.Marilena MontaltiInfermiere, Dottoressa in Scienze infermieristiche e ostetriche. Master II livello in Ricerca clinica ed epidemiologia, prof. a.c. C. di Laurea in infermieristica, Università di Bologna. Responsabile Infermieristico Dipartimento Internistico, Azienda della Romagna Ambito di Rimini. Marilena Montalti, Cristina Fabbri | Maggioli Editore 2020
32.30 €