Quando il medico sottoscrive che “L’infermiere deve fare il giro”

Scarica PDF Stampa

Non è passato molto tempo dal roboante vagito social dell’anestesista rianimatore Barbara Balanzoni (radiata dall’Albo) sulle competenze specialistiche degli infermieri (“Infermieri specialisti? Rispondessero ai campanelli”) che un altro medico chirurgo avrebbe espresso, senza remore e addirittura per iscritto (con tanto di timbro aziendale), la sua concezione del lavoro d’equipe e del professionista infermiere.

Dando delle direttive inequivocabili, per giunta, come se fosse lei a dirigere altri professionisti e a decidere chi siano e cosa debbano fare gli infermieri: «– Si aggiunge la seguente postilla: l’infermiere deve collaborare con l’OSS, in modo particolare quando su un piano sono presente due infermieri, uno dei due deve aiuta a fare il giro».
IMG 20221209 175320

Per giro, ovviamente, si intente proprio lui: il professionalizzante “giro letti”, che fin dal 1985 non dovrebbe avere nulla a che fare con la professione infermieristica. Così come rispondere ai campanelli, attività tornata al centro del dibattito infermieristico dopo la denuncia di un paziente (VEDI articolo “Suona il campanello, ma gli infermieri non arrivano: filma tutto e denuncia”).

Comunque, per evitare che si dimentichi, lo ribadiamo di nuovo: “non compete all’infermiere, ma al personale subalterno, rispondere ai campanelli dell’unità del paziente, usare padelle e pappagalli per l’igiene del malato e riassettare il letto”; Suprema Corte di Cassazione, sent. N° 1078).

Di fronte a questo documento-scempio, che ha causato una depressa e rassegnata ilarità negli spazi web infermieristici, Laura Rita Santoro (Nursing Up Lazio) non c’ha pensato due volte e ha subito scritto una breve email al medico per avere delucidazioni sulla veridicità di questa sua presunta opera d’arte: «Ha scritto lei l’opera d’arte allegata? Si potrebbe chiedere il supporto di un legale per agire contro il demansionamento posto in essere

Piuttosto imbarazzante ciò che è scritto, …per principi giuridici legati al demansionamento, …e per la forma piuttosto discutibile. Comunque gira nel web, i commenti che sta ricevendo, sono esilaranti, se non fosse grave da molti punti di vista. Nella speranza che riveda l’atteggiamento, cordialmente 
Coordinamento regionale Nursing Up Lazio
Dott.ssa Laura Rita Santoro»

La dottoressa ha risposto con un timido e spaesato: “Gentilissima, posso sapere con chi sto parlando? Chi le ha dato il mio indirizzo email? Grazie”. Dopodiché… Il nulla.

Attendiamo con ansia eventuali risvolti.
Infermiere – Manuale per i concorsi e la formazione
FORMATO CARTACEO
L’infermiere Il manuale, giunto alla X edizione, costituisce un completo e indispensabile strumento di preparazione sia ai concorsi pubblici sia all’esercizio della professione di infermiere. Con un taglio teorico-pratico affronta in modo ampio ed esaustivo tutte le problematiche presenti. La prima parte concettuale ricostruisce l’organizzazione del mercato sanitario e affronta gli elementi tipici del processo di professionalizzazione dell’infermiere, a seguito delle novità della Legge Lorenzin n. 3/2018. La stessa parte evidenzia gli aspetti innovativi della professione avendo cura di offrire al lettore un’ampia panoramica sulle teorie del Nursing e l’utilizzo dei nuovi strumenti operativi. Al termine di ogni capitolo, test di verifica e risposte commentate permettono di verificare il grado di preparazione raggiunto e di allenarsi in vista delle prove concorsuali. La seconda parte applicativa prevede l’adozione di casi clinici quale strumento di attuazione della teoria alle procedure tipiche dell’assistenza infermieristica di base, specialistica e pre e post procedure diagnostiche, presentandosi come un validissimo supporto tecnico e metodologico all’esercizio della professione. Il manuale risulta essere uno strumento prezioso sia per lo studente sia per chi già opera nelle strutture sanitarie, in quanto offre al lettore la possibilità di valutare passo a passo le conoscenze acquisite attraverso la risoluzione dei test di verifica presenti alla fine di ogni capitolo e l’analisi motivata delle risposte. Nella sezione online su www.maggiolieditore.it, accessibile seguendo le istruzioni riportate in fondo al volume, saranno disponibili eventuali aggiornamenti normativi.   Cristina FabbriLaurea magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche. Laureata in Sociologia, Professore a contratto di Infermieristica, Università degli Studi di Bologna, corso di Laurea in Infermieristica-Cesena. Dirigente Professioni sanitarie Direzione Infermieristica e Tecnica Azienda USL Romagna, ambito Ravenna.Marilena MontaltiInfermiere, Dottoressa in Scienze infermieristiche e ostetriche. Master II livello in Ricerca clinica ed epidemiologia, prof. a.c. C. di Laurea in infermieristica, Università di Bologna. Responsabile Infermieristico Dipartimento Internistico, Azienda della Romagna Ambito di Rimini. Marilena Montalti, Cristina Fabbri | Maggioli Editore 2020
32.30 €