Quarta dose del vaccino Covid-19 anche in Italia?

Quarta dose del vaccino Covid-19 probabile anche in Italia
Quarta dose del vaccino Covid-19 probabile anche in Italia

La quarta dose del vaccino Covid-19 in America ha ottenuto l’ok per chi ha più di 50 anni e solo per quanto riguarda i vaccini Pfizer e Moderna. Quanto è utile un ulteriore dose di vaccino e cosa succederà in Italia?

In America autorizzata la quarta dose del vaccino per gli over50

La Fda, l’ente istituzionale che gestisce e certifica i farmaci negli USA, ha da poco autorizzato e raccomandato la somministrazione della quarta dose del vaccino (o anche chiamato “secondo booster“) almeno 4 mesi dopo la precedente iniezione, oltre che ai pazienti fragili, anche per le persone che hanno più di 50 anni.

Le prove dell’efficacia della quarta dose si basano sui dati raccolti in Israele, pioniere mondiale nella campagna vaccinale, dove si evidenziano l’assenza di effetti degni di rilievo e un ritorno del livello degli anticorpi prossimo a quello della terza dose dopo somministrazione del secondo booster.

Gli studi pubblicati segnalano che il vaccino è particolarmente utile al di sopra di una certa età e in caso di patologie pregresse.

Per quanto riguarda il nostro continente, la somministrazione della quarta dose è ancora oggetto di dibattito scientifico, ma se l’obbligo non è stato esteso ai sanitari, è sicuramente raccomandato per gli immunocompromessi e i pazienti più fragili.

Attualmente l’Ema, a differenza della sua controparte americana, non autorizza l’estensione della quarta dose a tutti in quanto afferma l’assenza di prove di efficacia valide al di fuori di ogni dubbio.

Dall’altro canto, a metà marzo, il ministro Speranza ha confermato che non verrà preclusa la possibilità di estendere l’obbligo vaccinale almeno ai 50enni italiani, oltre che ai pazienti fragili, se ciò venisse confermato da ricerche e studi in futuro.

Questo comporta ancora una lunga attesa per poter confermare o smentire la possibilità di una quarta dose anche in Italia, che sia solo a pochi pazienti, a tutti gli over50, ai sanitari o addirittura a tutta la popolazione. Nel frattempo il consiglio è sempre lo stesso, mascherine, distanziamento e per chi non l’avesse ancora fatto…vaccinarsi!

Autore: Dario Tobruk 

(seguimi anche su Linkedin – Facebook Instagram)

Leggi anche:

Quarta dose Vaccino Covid obbligatoria anche per i sanitari?

Condividi
Dopo una lunga esperienza in area critica e un Master in Tecniche ecocardiografiche, attualmente lavora come infermiere sul territorio. Autore di "ECG Facile: dalle basi all'essenziale" e redattore tecnico-scientifico, ha conseguito un Master in Giornalismo e Comunicazione istituzionale della scienza. Dal 2016, in collaborazione con la casa editrice Maggioli, founder e direttore di DimensioneInfermiere.it.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO