Rovinate 15 milioni di dosi del vaccino J&J per errore umano

Dario Tobruk 01/04/21
Scarica PDF Stampa
Un errore umano è costato 15 milioni di dosi. L’incidente ha bloccato le spedizioni negli Stati Uniti secondo i federali americani. Lo scoop è stato rilevato dal New York Times in base a fonti federali.

Rovinate 15 milioni di dose del vaccino J&J per errore umano

A causa di un errore umano, come riporta il NYT: “si sono rovinate 15 milioni di dosi di vaccino J&J, causando ritardi nelle consegne negli Stati Uniti”. Delle 20 milioni di dosi che dovevano essere consegnate agli USA ne sono arrivate meno di 7 milioni, secondo dati forniti dal Centers for Disease Control americano.

Che cosa ha rovinato le dosi del vaccino? Secondo quanto si legge, in un impianto partner della multinazionale farmaceutica Johnson&Johnson, “I lavoratori hanno accidentalmente fuso gli ingredienti dei vaccini diverse settimane fa, rovinando circa 15 milioni di dosi e costringendo le autorità di regolamentazione a ritardare l’autorizzazione delle linee di produzione dell’impianto“.

Per quanto si possa indagare sull’errore, le conseguenze sono disastrose imponendo una sospensione delle future consegne del vaccino prodotte in questo sito e destinato al mercato americano.

La cura ai tempi del Covid-19

Le restrizioni dell’isolamento obbligatorio a causa della pandemia hanno acuito le sofferenze di anziani, disabili e caregiver familiari, tutti spesso lasciati soli. Ma nella tempesta le associazioni di volontariato e le famiglie hanno mostrato tutta la loro resilienza. Il volume percorre un viaggio nel nostro Paese tra le persone con disabilità, anche non autosufficienti, evidenziando i problemi non risolti del sistema e del lavoro privato di cura. Il percorso si sviluppa tra vari tipi di pazienti: con malattie neurodegenerative, demenze, disturbi psichici, malattie psichiatriche, persone Down, sindromi dello spettro autistico, ciechi, sordi, sordociechi, malattie rare. Sui problemi dei caregiver familiari il libro fornisce un quadro del dibattito parlamentare e pubblico in vista dell’approvazione della legge specifica. Su questo tema l’autore presenta le esperienze e le soluzioni adottate recentemente in Germania e Francia. Il volume affronta il tema della qualità dell’assistenza territoriale e familiare con la valutazione di esperti e famiglie. Illustra un modello regionale ben strutturato ed efficace nella prossimità dei servizi e nel sostegno ai caregiver: l’Emilia-Romagna. Il libro si chiude con alcune domande legate alla prospettiva del notevole invecchiamento della popolazione italiana e del conseguente aumento del numero degli anziani non autosufficienti.   Antonio PinnaHa pubblicato il volume Il mio viaggio nella SLA – Un percorso di conoscenza e condivisione dei problemi dei malati. È autore, insieme al regista Antonello Carboni, del documentario SLA in men che non si dica. L’edizione del docu-film in lingua inglese s’intitola ALS faster than a wink.

Antonio Pinna | 2020 Maggioli Editore

18.00 €  14.40 €

La multinazionale, dal canto suo, è sicura di riuscire a soddisfare la domanda di vaccini e rispondere all’impegno preso con il nuovo Presidente Americano Biden per immunizzare tutta la popolazione americana adulta.

Impegno ed obiettivo che si scontrano con la realtà dei fatti, dei 20 milioni di dosi destinate al governo entro la fine di marzo, ne sono state consegnate soltanto 6,8 milioni di dosi e ne sono state somministrate poco più di 3 milioni. Mentre i concorrenti Pfizer/BionTench e Moderna, sempre secondo i dati del CDC, hanno consegnato intorno alle 100 milioni di dosi ciascuna.

Lo sforzo della casa farmaceutica Johnson&Johnson dovrà essere vasto per ritornare in auge di credibilità, nonostante il suo vaccino si presenti in monodose e necessiti di una catena del freddo a temperatura di frigorifero, il grande ritardo e gli errori di produzione potrebbero comportare una diffidenza dei committenti nazionali che in questa fase necessitano di affidabilità e grossi flussi.

Autore: Dario Tobruk (Profilo Linkedin)

Fonte: IlSole24Ore.it

Ti stai perdendo i nostri migliori articoli? Perché non iscriversi alla nostra Newsletter?
Ogni settimana riceverai i migliori contenuti e articoli scientifici che abbiamo scritto per voi. In più tanti contenuti esclusivi che stiamo preparando per gli abbonati alla newsletter come interviste, podcast, estratti libri, ecc…

Iscriviti alla newsletter di DimensioneInfermiere.it