Scabbia in ospedale, infermieri imbufaliti: “15 dipendenti contagiati, l’azienda sminuisce”

Scarica PDF Stampa


A Vallo della Lucania, nel reparto di Medicina dell’ospedale San Luca, si sarebbero recentemente verificati diversi casi di scabbia. E, da quanto affermano gli infermieri e gli operatori socio sanitari dell’Unità Operativa in oggetto (VEDI La Città di Salerno), non si starebbe facendo abbastanza per debellare il problema.


«Siamo arrivati a oltre dieci contagi», protestano i lavoratori. Eppure il direttore sanitario, Adrinano De Vita, replica minimizzando: «Tutto sotto controllo, non ci sono allarmi. C’è stato un caso sospetto. Con le pomate è stato risolto. La sanificazione del reparto la facciamo sempre. Ogni volta che è necessario ed è previsto dalla legge».


Ma gli infermieri non sono per nulla d’accordo. Tutto partì nel mese di aprile, quando «un paziente anziano giunto dall’esterno contagiò un medico». Dopodiché, tra pomate e isolamento, l’allarme parve cessare.


Ma «Ora siamo in quindici. Una nostra collega è andata dallo specialista. All’Asl è stata scritta una lettera. Abbiamo raccontato la situazione. In ospedale sminuiscono la nostra preoccupazione. Ma la verità è che qui siamo in tanti ad avere eritemi e prurito da scabbia. Stiamo chiedendo la bonifica del reparto, un intervento radicale» lamentano i dipendenti.

AddText 12 22 02.35.05

Alessio Biondino

Scrivi un commento

Accedi per poter inserire un commento