Schillaci: “Il Covid è come l’influenza: stop mascherine e isolamento per i positivi”

Scarica PDF Stampa

Nel contesto di una crescente ottimismo riguardo alla situazione del Covid-19, una svolta significativa è stata annunciata l’altro ieri sera dal Ministro della Salute, Orazio Schillaci. La decisione di rimuovere l’obbligo di isolamento per le persone positive al Sars-Cov2 è stata accolta con entusiasmo, rappresentando un passo importante verso la normalità dopo tre anni di pandemia.

La misura è stata ufficializzata al termine del Consiglio dei ministri, segnando una pietra miliare nella lotta contro il coronavirus. Schillaci, ospite del Tg1 ieri, ha ribadito l’importanza di questa decisione governativa, affermando che il Covid-19 verrà ora trattato come un’altra malattia infettiva, come l’influenza.


Il recente Decreto Omnibus ha introdotto ulteriori cambiamenti, eliminando l’obbligo di indossare le mascherine Ffp2 al chiuso o in situazioni di assembramento. Schillaci ha sottolineato la responsabilità individuale dei cittadini e ha espresso fiducia nella capacità degli italiani di affrontare questa nuova fase con saggezza e prudenza. Ha dichiarato che, sebbene l’isolamento non sia più obbligatorio, il buon senso suggerisce di evitare il contatto con persone fragili o anziane in caso di positività, specialmente se sono presenti sintomi.

In conclusione, il Ministro della Salute ha espresso fiducia che gli italiani affronteranno questa fase con lo stesso spirito di responsabilità dimostrato in passato. L’annuncio di allentamenti delle restrizioni e l’adozione di nuove linee guida rappresentano un importante passo verso la normalizzazione della vita quotidiana, mentre il paese continua a gestire la sfida del Covid-19 in modo prudente e consapevole.

AddText 08 09 10.31.26