Approvato anche in Senato: è ufficiale OSS in area socio-sanitaria!

Ormai è ufficiale, gli operatori socio sanitari, entrano a pieno titolo nell’area socio sanitaria insieme agli Assistenti Sociali e ai sociologi. È stato approvato in Senato stamane, la legge di conversione del Decreto sostegno bis, che finalmente riconosce a questa categoria un ruolo specifico. Lo conferma con un post su Facebook la senatrice del MoVimento 5 Stelle On. Guidolin.

Approvato anche in Senato: OSS in area socio-sanitaria

Dunque , finalmente, una carta d’identità anche per questi operatori che assistono centinaia di pazienti ogni giorno, tra case di riposo, RSA, reparti ospedalieri, contribuendo ad effettuare le più specifiche attività specialistiche sanitarie, insieme alla lunga schiera di professionisti del settore, cominciando proprio dagli Infermieri.

Conosci il Manuale Teorico Pratico per i concorsi e la formazione dedicato all’operatore socio sanitario?

Da oggi puoi acquistarlo anche su Amazon! 

Ora, occorre lavorare affinché si passi ad una valorizzazione di questo profilo, stabilendo innanzitutto, nuovi criteri di formazione, che vengano opportunamente studiati e organizzati, all’interno del Sistema Sanitario Nazionale, partendo proprio, magari, dagli stessi poli didattici dove vengono formati i Medici e tutti gli altri professionisti del settore; evitando, dunque, l’enorme business portato avanti in questi anni, a favore delle tante scuole private sorte e cresciute su tutto il territorio Nazionale.

Una speculazione sulle spalle di migliaia di giovani, in particolar modo, che proprio attraverso questi attestati, speravano e ancora oggi sperano, di trovare un posto di lavoro sicuro. Un mercimonio di un mestiere che oggi più che mai si sta dimostrando necessario, in quanto abbraccia i vari ambiti che vanno proprio dal sanitario al sociale.
È importante, successivamente alla pianificazione del metodo formativo, preoccuparsi di quali competenze affidare a questo professionista, evitando di costruire un mansionario differente da regione e regione, delineando dunque, dei protocolli chiari che vengano rispettati ovunque e da chiunque. Intanto, in questa fase sono tutti pronti a rivendicare e a mettere la propria firma sotto la lunga trafila vissuta, per raggiungere questo risultato. Dai partiti, passando ai sindacati, ma nella realtà pochissimi realmente si sono battuti per arrivare a tanto. In primis, è doveroso ricordare, la Senatrice Barbara Guidolin, che prima di arrivare a palazzo Madama, di mestiere era proprio un Oss.

 

E poi, non da meno, è un riconoscimento speciale deve andare a un sindacalista: Angelo Minghetti, che non poche battaglie ha condotto per la valorizzazione di tale figura professionale, investendo tutte le proprie forze e idee, per la realizzazione di un vero sindacato di categoria, da egli stesso denominato col nome di SHC Human Caring.

Autore: Alessandro Salerno (Facebook)

“L’O.S.S. l’evoluzione necessaria per garantire la salute di tutti”, il libro di Alessandro Salerno:

L’O.S.S. l’evoluzione necessaria per garantire la salute di tutti
Il Libro di Alessandro Salerno “L’O.S.S. l’evoluzione necessaria per garantire la salute di tutti”
Condividi
Alessandro Salerno Svolge l’attività di OSS da 13 anni, passando attraverso diversi reparti ospedalieri in giro per l’Italia, approda nel 2019 alla ASL Salerno dove tutt’ora lavora. Il bagaglio esperienziale lavorativo lo porta a definirsi una persona attenta, cordiale, fornita di spirito di abnegazione, ma intollerante alla prepotenza e alla maleducazione e allo stesso tempo persona battagliera, quando si tratta di far valere i diritti di chi lavora.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO