Stato di emergenza prorogato a Marzo 2022, cosa succede ora?

Redazione 17/11/21
Scarica PDF Stampa
Si sta lavorando ad un ulteriore proroga dello stato di emergenza, spostandola da fine anno ad almeno marzo 2022, insieme ad altre misure che potrebbero cambiare la carte in tavola.

Proroga stato di emergenza e altre misure contro la pandemia: cosa succederà?

Sembra che il governo stia mettendo a punto una strategia per prepararsi alla quarta ondata della pandemia di Covid-19, evitando, per quanto possibile, di impiegare le stesse misure restrittive dei mesi scorsi.

Secondo fonti, alcuni di questi provvedimenti sembrano riguardare l‘estensione della validità del Green Pass per 12 mesi fino all’estate, la piena riapertura degli hub vaccinali al fine di somministrare la terza dose, o anche chiamata “booster” e alcune chiusure controllate in base a eventuali cambiamenti di fascia delle Regioni.

Stato di emergenza: quali implicazioni e cosa prevede?

Prima di tutto, bisogna sapere che per prorogare lo stato di emergenza è necessaria una norma primaria, in quanto la sua durata “non può superare i 12 mesi, ed è prorogabile per non più di ulteriori 12 mesi“, ma è nel 31 luglio precedente che lo stato di emergenza è stata prorogata, dopo un ulteriore dilatazione di 6 mesi dal gennaio 2020.

Lo stato di emergenza prorogato prevede il perseguimento di provvedimenti di emergenza come quelli che abbiamo visto negli ultimi due anni: dal distanziamento sociale, ai protocolli di sicurezza sul lavoro, lo smartworking e così’ via.

Inoltre, giuridicamente, la Protezione Civile potrà continuare a emettere ordinanze e agire con poteri straordinari e in urgenza tutte le volte che sarà necessario al fine di tutelare i cittadini.


Gli aspetti giuridici dei vaccini

La necessità di dare una risposta a una infezione sconosciuta ha portato a una contrazione dei tempi di sperimentazione precedenti alla messa in commercio che ha suscitato qualche interrogativo, per non parlare della logica impossibilità di conoscere possibili effetti negativi a lungo termine.

Questo volume intende fare chiarezza, per quanto possibile, sulle questioni più discusse in merito alla somministrazione dei vaccini, analizzando aspetti sanitari, medico – legali e professionali, anche in termini di responsabilità.

Gli aspetti giuridici dei vaccini

La necessità di dare una risposta a una infezione sconosciuta ha portato a una contrazione dei tempi di sperimentazione precedenti alla messa in commercio che ha suscitato qualche interrogativo, per non parlare della logica impossibilità di conoscere possibili effetti negativi a lungo termine. Il presente lavoro intende fare chiarezza, per quanto possibile, sulle questioni più discusse in merito alla somministrazione dei vaccini, analizzando aspetti sanitari, medico – legali e professionali, anche in termini di responsabilità.   Fabio M. DonelliSpecialista in Ortopedia e Traumatologia, Medicina Legale e delle Assicurazioni e in Medicina dello Sport. Profes­sore a contratto presso l’Università degli Studi di Milano nel Dipartimento di Scienze Biomediche e docente presso l’Università degli Studi della Repubblica di San Marino. Già docente nella scuola di Medicina dello Sport dell’Uni­versità di Brescia, già professore a contratto in Traumatologia Forense presso l’Università degli Studi di Bologna e tutor in Ortopedia e Traumatologia nel corso di laurea in Medicina Legale presso l’Università degli Studi di Siena. Responsabile della formazione per l’Associazione Italiana Traumatologia e Ortopedia Geriatrica. Promotore e coordinatore scientifico di corsi in ambito ortogeriatrico, ortopedico-traumatologico e medico-legale.Mario GabbrielliSpecialista in Medicina Legale. Già Professore Associato in Medicina Legale presso la Università di Roma La Sapienza. Professore ordinario di Medicina Legale presso la Università di Siena. Già direttore della UOC Me­dicina Legale nella Azienda Ospedaliera Universitaria Senese. Direttore della Scuola di Specializzazione in Me­dicina Legale dell’Università di Siena, membro del Comitato Etico della Area Vasta Toscana Sud, Membro del Comitato Regionale Valutazione Sinistri della Regione Toscana, autore di 190 pubblicazioni.Con i contributi di: Maria Grazia Cusi, Matteo Benvenuti, Tommaso Candelori, Giulia Nucci, Anna Coluccia, Giacomo Gualtieri, Daniele Capano, Isabella Mercurio, Gianni Gori Savellini, Claudia Gandolfo.

AA.VV. | 2021 Maggioli Editore

12.90 €  10.32 €


Fonte: Diritto.it

Redazione