Migliaia di infermieri francesi in sciopero: “professione disprezzata, a favore dei medici”

infermieri francesi in sciopero
infermieri francesi in sciopero

Abbiamo il sentimento che la nostra professione sia dimenticata in questo grande piano che riguarda soltanto i medici” questa è l’opinione del presidente del maggiore sindacato nazionale degli infermieri francesi, Thierry Amouroux il suo nome, punta il dito contro la forte lobby medica francese che negli ultimi tempi ha beneficiato di diverse misure

La riforma a spesa pubblica, tra le tante, ha previsto la formazione di migliaia di posti di assistenti medicali per coadiuvare il lavoro e l’esercizio dei medici privati e liberi professionisti. Il costo: 200 milioni di euro a spese dei contribuenti.

E’ un’appropriazione indebita di fondi pubblici a favore di persone che non hanno problemi finanziari visto che consultano medici privatamente” continua Amouroux.

Infermieri dimenticati, lo slogan.

Lo slogan non per nulla è “infermieri dimenticati“, decine di migliaia di infermieri francesi in sciopero nelle principali citta’ transalpine denunciano il disprezzo del governo Macron per la professione infermieristica. 660.000 infermieri chiamati allo sciopero da 16 sindacati diversi. In migliaia hanno risposto.

 

Professione infermiere: alle soglie del XXI secolo

Professione infermiere: alle soglie del XXI secolo

Caterina Galletti, Loredana Gamberoni, Giuseppe Marmo, Emma Martellotti, 2017, Maggioli Editore

La maggior parte dei libri di storia infermieristica si ferma alla prima metà del ventesimo secolo, trascurando di fatto situazioni, avvenimenti ed episodi accaduti in tempi a noi più vicini; si tratta di una lacuna da colmare perché proprio nel passaggio al nuovo millennio...



 

Prima di iniziare il corteo, i responsabili dello sciopero hanno deciso di prendere le distanze dalla mobilitazione dei “Gilet Gialliche da giorni sta capovolgendo la Francia.

Difficili condizioni di lavoro

Agli infermieri francesi non è proprio andato giù il completo disinteressamento del governo di Macron sulle loro condizioni di lavoro, sempre più difficili e motivo di precedenti manifestazioni.

Per i colleghi d’oltralpe quelle risorse andavano destinate a migliorare le condizioni di lavoro degli infermieri francesi e riconoscere le competenze specialistiche invece di favorire il lavoro privato dei medici a spese del pubblico. Come discordare?

Leggi anche: In Italia? Ebbene, che sciopero sia!

Anche in Francia l’infermiere si sente sottovalutato

Gli infermieri francesi chiedono il riconoscimento dell’importanza del proprio lavoro attraverso l’approvazione delle competenze specialistiche. Riconoscimento richiesto a gran voce dall’evoluzione infermieristica in diversi paesi europei. Italia compresa.

Gli infermieri hanno buon dire sull’essere stati sottovalutati a sfavore di altre figure inspiegabilmente avvantaggiate: è stato concesso il diritto ai farmacisti francesi di vaccinare i propri clienti contro l’influenza senza che la loro laurea preveda interventi clinici.

Il silenzio di Macron sugli infermieri francesi

Infine, ciliegina sulla torta, motivo principale della rabbia dei colleghi infermieri francesi è stato l’assordante silenzio sulla professione infermieristica del presidente Macron nella riforma sanitaria francese: “La mia salute 2022” presentata precedentemente all’Eliseo.

Silenzio che ha portato migliaia di infermieri francesi a scioperare nelle principali piazze francesi. E gli infermieri italiani come stanno? Mal comune, mezzo gaudio?

Ebbene, che sciopero sia!

Condividi
Infermiere di Unità Coronarica presso ASST Desenzano del Garda. Tra i molti interessi, ha una certa vocazione per tutto ciò che viene percorso da "corrente elettrica": computer, macchine, internet. Da grande, nel futuro, spera di curare i cyborg.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO