Green Pass Europeo: quello che bisogna sapere sul passaporto vaccinale

Passaporto vaccinale a lavoro per attivarlo entro l'estate
Passaporto vaccinale a lavoro per attivarlo entro l'estate

Tutto quello che bisogna sapere sul Green Pass, il passaporto vaccinale europeo, un certificato digitale con cui viaggiare in sicurezza, in tutta Europa.

Green Pass Europeo: il passaporto vaccinale per viaggiare. Come si fa ad averlo? Chi ne ha diritto? A cosa serve?

L’Europa è a lavoro per rendere il passaporto vaccinale europeo disponibile entro il 15 giugno. La politica europea sa quanto sia importante per l’economia poter riprendere a viaggiare sia per lavoro che per turismo, e visto che il ritorno alla normalità sarà un processo più lungo di quello che pensavamo, è probabile che strumenti come il green pass possano, in qualche modo, favorire almeno la circolazione sicura delle persone nei Paesi membri.

Anche se attualmente si tratta di solo una proposta legislativa molte fonti lo danno quasi per scontato e a breve le istituzioni europee lo renderanno uno strumento fondamentale per ritornare a viaggiare liberamente questa estate, in tutta Europa.

Cosa è il Green Pass Europeo e a cosa serve?

Il Green Pass Europeo, ufficialmente chiamato certificato verde digitale e volgarmente passaporto vaccinale, è un documento digitale che certifica che una persona è stata vaccinata contro il Covid-19, oppure ha ottenuto l’immunità dopo guarigione da Sars-Cov-2 o ancora, è negativa al test molecolare o antigenico. Potrà essere prodotto sotto forma di App sul cellulare o potrebbe persino essere soltanto un documento stampabile (o probabilmente entrambi) con un codice QR dotato di firma digitale, scritto in madrelingua e in inglese.

Servirà a viaggiare in sicurezza, entrare in luoghi ad oggi inaccessibili per il rischio di assembramento o accedere a dei servizi ad oggi vietati come teatri o luoghi di ritrovo. Seppure il Commissario Europeo all’Industria Breton garantisca che non sarà obbligatorio, è difficile credere che non lo sarà indirettamente se si vorrà usufruire di questi vantaggi.

Gestione della crisi Covid-19 per i piccoli imprenditori e i professionisti

Gestione della crisi Covid-19 per i piccoli imprenditori e i professionisti

Massimiliano Di Pace, 2020, Maggioli Editore

In un contesto così incerto e negativo causato dal Covid-19, centinaia di migliaia di imprenditori, artigiani, commercianti, esercenti pubblici, professionisti si sono trovati in Italia, nell’arco di pochi giorni, a dover interrompere il loro lavoro. Ripartire è stato ancora più difficile,...



Quando arriverà il passaporto vaccinale europeo?

Il 26 aprile, il Parlamento Europeo voterà, quasi sicuramente, a favore del passaporto vaccinale europeo. Secondo quanto dichiarato dal presidente Sassoli, il Parlamento: “voterà questo provvedimento il 26 aprile, anche noi come il commissario Breton pensiamo che a giugno sia uno strumento per riaprire alcune attività e consentire agli anziani, che sono i primi vaccinati, di riprendere anche una vita normale.“. È stato da subito chiarito che il passaporto vaccinale sarà da subito gratuito. Tutta l’infrastruttura digitale sarà quindi finanziata dall’Europa.

Quanto dura e come funzionerà il certificato verde digitale?

La Green Pass conterrà tutti i dati sensibili del cittadino europeo come nome, cognome, data di nascita e nazionalità e un codice univoco del certificato. A queste informazioni verranno associate, attraverso un database accessibile da tutta Europa, tutte le altre informazioni sanitarie necessarie per certificare il possessore: che vaccino è stato usato, il numero di dosi, la data di vaccinazione, oppure il risultato del test molecolare PCR o antigenico rapido o ancora i dati sensibili correlati alla guarigione dal Covid.

Questi dati saranno accessibili tramite un QR code che contiene, a sua volta, una firma digitale. Al controllo questo codice verrà scansionato e verificato dall’addetto.

Questo strumento sarà valido fino a che l’Organizzazione Mondiale della Sanità non dichiarerà la fine della pandemia, fino ad allora, il passaporto vaccinale europeo sarà uno strumento fondamentale per milioni di europei.

Autore: Dario Tobruk (Profilo Linkedin)

Leggi anche:

Quattro cose di tutti i giorni più pericolose del Vaccino AstraZeneca

Condividi
Infermiere di Unità Coronarica e Cardiologia, Master in Tecniche ecocardiografiche (UniCattolica). Web Content Editor medico-scientifico, iscritto al Master in Giornalismo e Comunicazione istituzionale della scienza. Nel 2016, in collaborazione con la casa editrice Maggioli, ha fondato DimensioneInfermiere.it.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO