Fa la quarta dose a 102 anni: “È importante farla”

Nonna Irma Maestri ha 102 anni, vive a Mesola (Ferrara) con figlio e nuora e lo scorso venerdì di è recata presso l’ambulatorio Ifec di Mesola per effettuare la seconda dose booster (la quarta dose) per immunizzarsi contro il Sars-Cov2.

Nessun problema dopo l’inoculazione

Dopo la somministrazione del siero, la signora non ha avuto alcun problema fisico e ha voluto esprimere un grazie all’infermiera di famiglia (Gloria Pozzati) che le ha fatto ‘la puntura’: “Bravissima perché non ho sentito niente, ha dichiarato.

Dopo l’inoculazione del vaccino, come riportato dal sito dell’Ausl di Ferrara, nonna Irma è ritornata a casa sua, dove è accudita (anche se in realtà è ancora autonoma in tutto) dalla nuora di 76 anni, che ha provato a spiegare il segreto della longevità di sua suocera: “Forse sta nel fatto che mangia poco e non ha mai bevuto alcolici ha ipotizzato.

Nonna Irma, dopo aver sottolineato di essere stata sempre bene dopo la nuova dose, ha parlato un po della sua lunga esistenza: “Ho lavorato tanto nella mia vita e ho avuto diversi dispiaceri ma anche tante soddisfazioni”.

La nonnina del paese

È nata a Mesola nel 1920 ed è diventata mamma a 22 anni, alla fine della Seconda Guerra Mondiale. Ha lavorato tanto in campagna e poi nel settore del turismo. Infine il riposo dal lavoro, la nascita dei nipotini prima e dei pronipoti poi. Fino a diventare, con orgoglio, la nonnina del paese.

L’ultracentenaria ha avuto qualche parola che per chi ha paura dell’iniezione e per i dubbiosi circa il vaccino anti-Covid: È importante farlo perché così non si sta tanto male” ha concluso.

Infermiera a cena con la mascherina, filmata e insultata sui social

Condividi
Infermiere di Emodinamica presso il Policlinico Umberto I di Roma e Redattore per Dimensione Infermiere (Maggioli Editore). Autore della raccolta di racconti "La suocera sul petto e altre storie vere" (Ianieri Edizioni, 2018), del romanzo "Buonanotte madame" (0111 Edizioni, 2014) e coautore del manuale di divulgazione scientifica "Assistenza respiratoria domiciliare - il paziente adulto tracheostomizzato in ventilazione meccanica a lungo termine" (Ed. Universitalia, 2013).

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO