La stagione influenzale è mai partita davvero?

Distanziamento sociale, mascherine, isolamento, quarantene e restrizioni a 360 gradi: un incubo che stiamo soffrendo non poco e con cui dovremo convivere a lungo, almeno fino a che la maggior parte della popolazione non sarà immune al Sars Cov2 e alle sue varianti.

Il Covid e la sua ‘educazione’

Una situazione a cui mai avremmo pensato fino a qualche anno fa, che ci sta cambiando profondamente e che ci sta ‘educando’ ad attuare norme di comportamento da cui, forse, faremo addirittura fatica a staccarci, quando tutto ciò sarà finito.

E questa ‘educazione’, distratti come siamo dall’indice Rt e dai numeri della pandemia che ci vengono quotidianamente sbattuti in faccia, senza che ce ne accorgessimo ci ha aiutato a dimenticare una patologia con cui convivevamo tutti gli anni e che, ad ogni stagione, causava moltissimi morti tra le persone anziane e tra i soggetti fragili: l’influenza. 

Che fine ha fatto l’influenza?

Sembra che ci sia stata, ma… In pochi se ne sono accorti. La sua stagione, infatti, non è mai partita davvero (la curva epidemica è rimasta da ottobre a oggi sempre sotto soglia epidemica) e la sorveglianza si è appena conclusa con ‘soli’ 2,4 milioni di casi di sindromi simil influenzali accertati, oltre 5 milioni in meno rispetto allo scorso anno.

Tanto che nessun virus influenzale vero e proprio è stato isolato in Italia nella stagione 2020/21! Il punto della situazione è stato fatto dall’ultimo bollettino InfluNet (VEDI), coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità (Iss).

Entrando più nello specifico, dai dati inviati dai medici sentinella al Sistema di Sorveglianza Integrata dell’Influenza, dal 19 al 25 aprile (ovvero nella sedicesima settimana di sorveglianza) risulta che l’incidenza totale di sindromi simil influenzali sia pari a 0,85 casi su 1000 assistiti.

‘Solo’ 2.431.000 casi

Rapportando questi numeri all’intera popolazione italiana, risultano circa 51.000 casi, per un totale di circa 2.431.000 casi dall’inizio della sorveglianza.

Un dato piuttosto significativo è rappresentato dal fatto che durante la stagione influenzale appena conclusasi, ai diversi laboratori afferenti alla rete InfluNet sono stati inviati un totale di 6.818 campioni clinici e… Tra questi, 1470 sono risultati positivi al Sars-CoV2, ma nessuno è risultato positivo al virus influenzale.

Autore: Alessio Biondino

Il Covid e l’impatto sul SSN: ‘A breve non riusciremo più a curarci’

USA, tra vaccinati ci si può riunire all’aperto senza mascherina

Condividi
Infermiere di Emodinamica presso il Policlinico Umberto I di Roma e Redattore per Dimensione Infermiere (Maggioli Editore). Autore della raccolta di racconti "La suocera sul petto e altre storie vere" (Ianieri Edizioni, 2018), del romanzo "Buonanotte madame" (0111 Edizioni, 2014) e coautore del manuale di divulgazione scientifica "Assistenza respiratoria domiciliare - il paziente adulto tracheostomizzato in ventilazione meccanica a lungo termine" (Ed. Universitalia, 2013).

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO