“A metà agosto possibile picco legato a nuova ondata”

Redazione 28/06/22
Scarica PDF Stampa
Il presidente dell’Ordine dei medici di Roma: “La nuova variante è molto più infettiva e contagiosa, anche se la sintomatologia è blanda. Capisco che la gente non ce la fa più ma serve prudenza”

Nuova ondata: ad agosto possibile picco

Io, purtroppo, sono uno di quelli che aveva detto che i contagi da Covid sarebbero risaliti, perché anche in Europa avevamo una evidenza simile a livello epidemiologico”. Lo afferma, all’agenzia Dire, il presidente dell’Ordine dei medici di Roma, Antonio Magi.

Ci troviamo di fronte ad una variante Omicron BA.5 molto più infettiva e contagiosa rispetto alle altre – prosegue – e tutto questo era previsto. L’avevo detto in epoca non sospetta che intorno alla metà di agosto avremmo potuto avere un picco legato a questa nuova ondata. Chiaramente molto più blanda come sintomatologia, dato che ci sono meno ricoverati“.

Ovviamente noi ci auguriamo che la gente che ancora non si è vaccinata lo faccia presto – aggiunge il presidente dell’Omceo Roma – e che quanti non hanno fatto la quarta dose la facciano quanto prima. Ovviamente sarebbe poi sempre prudente indossare la mascherina ove ci siano assembramenti. Anche se non è obbligatoria, sempre che il Governo non decida di renderla tale“.

Mi rendo conto che stavamo per vedere la libertà assoluta, lo capisco, la gente non ce la fa più ma è altrettanto vero che la prudenza si deve mantenere – spiega Magi – Siamo ancora nella pandemia, su questo non ci sono dubbi”.

È chiaro – precisa infine il presidente Omceo Roma – che per quanti hanno rispettato l’obbligo vaccinale la sintomatologia è legata mediamente a un po’ di febbre, a mal di gola, a dolori articolari, una situazione che passa abbastanza rapidamente. Sono preoccupato per i numeri, ma fortunatamente non ci troviamo nuovamente a fare i conti con una pandemia che sta mettendo sotto pressione ospedali e Pronto soccorso. Cosa che, però, potrebbe succedere anche nel mese di ottobre, quando le temperature saranno più basse”, conclude.

Fonte: Agenzia Dire (www.dire.it)


Gli aspetti giuridici dei vaccini

La necessità di dare una risposta a una infezione sconosciuta ha portato a una contrazione dei tempi di sperimentazione precedenti alla messa in commercio che ha suscitato qualche interrogativo, per non parlare della logica impossibilità di conoscere possibili effetti negativi a lungo termine.

Questo volume intende fare chiarezza, per quanto possibile, sulle questioni più discusse in merito alla somministrazione dei vaccini, analizzando aspetti sanitari, medico – legali e professionali, anche in termini di responsabilità.

Gli aspetti giuridici dei vaccini

La necessità di dare una risposta a una infezione sconosciuta ha portato a una contrazione dei tempi di sperimentazione precedenti alla messa in commercio che ha suscitato qualche interrogativo, per non parlare della logica impossibilità di conoscere possibili effetti negativi a lungo termine. Il presente lavoro intende fare chiarezza, per quanto possibile, sulle questioni più discusse in merito alla somministrazione dei vaccini, analizzando aspetti sanitari, medico – legali e professionali, anche in termini di responsabilità.   Fabio M. DonelliSpecialista in Ortopedia e Traumatologia, Medicina Legale e delle Assicurazioni e in Medicina dello Sport. Profes­sore a contratto presso l’Università degli Studi di Milano nel Dipartimento di Scienze Biomediche e docente presso l’Università degli Studi della Repubblica di San Marino. Già docente nella scuola di Medicina dello Sport dell’Uni­versità di Brescia, già professore a contratto in Traumatologia Forense presso l’Università degli Studi di Bologna e tutor in Ortopedia e Traumatologia nel corso di laurea in Medicina Legale presso l’Università degli Studi di Siena. Responsabile della formazione per l’Associazione Italiana Traumatologia e Ortopedia Geriatrica. Promotore e coordinatore scientifico di corsi in ambito ortogeriatrico, ortopedico-traumatologico e medico-legale.Mario GabbrielliSpecialista in Medicina Legale. Già Professore Associato in Medicina Legale presso la Università di Roma La Sapienza. Professore ordinario di Medicina Legale presso la Università di Siena. Già direttore della UOC Me­dicina Legale nella Azienda Ospedaliera Universitaria Senese. Direttore della Scuola di Specializzazione in Me­dicina Legale dell’Università di Siena, membro del Comitato Etico della Area Vasta Toscana Sud, Membro del Comitato Regionale Valutazione Sinistri della Regione Toscana, autore di 190 pubblicazioni.Con i contributi di: Maria Grazia Cusi, Matteo Benvenuti, Tommaso Candelori, Giulia Nucci, Anna Coluccia, Giacomo Gualtieri, Daniele Capano, Isabella Mercurio, Gianni Gori Savellini, Claudia Gandolfo.

AA.VV. | 2021 Maggioli Editore

12.90 €  10.32 €

Redazione