Nursing now: Infermieri di tutto il mondo, è ora!

Gaetano Romigi 03/04/18
Scarica PDF Stampa
Ci avviciniamo al 12 maggio, prossima Giornata Internazionale dell’Infermiere del 2018 e appare doveroso discutere della campagna denominata “NURSING NOW” con la quale l’International Council of Nurses (ICN) in collaborazione con l’OMS intende fornire supporto agli Infermieri affinchè possano affrontare efficacemente le sfide sanitarie del XXI secolo.

Nursing now: Infermieri di tutto il mondo, è ora!

Tra queste sfide l’implementazione dei servizi di comunità e domiciliari, una migliore applicazione delle innovazioni tecnologiche in linea con una assistenza più centrata sulla persona, una presenza più incisiva nelle strategie di politica sanitaria degli Infermieri così come delle Ostetriche.

Tra gli obiettivi della campagna vi è quello di migliorare il contributo degli infermieri nel sistema salute così da garantire equità di accesso alle cure e maggiore consapevolezza dei bisogni di assistenza infermieristica.

Secondo Nursing Now esistono diverse istituzioni che in tutto il mondo rivestono un ruolo fondamentale nello sviluppo dell’assistenza infermieristica ed ostetrica. L’unico modo per consentire a tutti gli Infermieri e le Ostetriche di fare di più e fare meglio è quello di sostenere tali organizzazioni.

Gli ultimi 20 anni di evoluzione infermieristica in un libro:

Professione infermiere: alle soglie del XXI secolo

La maggior parte dei libri di storia infermieristica si ferma alla prima metà del ventesimo secolo, trascurando di fatto situazioni, avvenimenti ed episodi accaduti in tempi a noi più vicini; si tratta di una lacuna da colmare perché proprio nel passaggio al nuovo millennio la professione infermieristica italiana ha vissuto una fase cruciale della sua evoluzione, documentata da un’intensa produzione normativa.  Infatti, l’evoluzione storica dell’infermieristica in Italia ha subìto un’improvvisa e importante accelerazione a partire dagli anni 90: il passaggio dell’istruzione all’università, l’approvazione del profilo professionale e l’abolizione del mansionario sono soltanto alcuni dei processi e degli avvenimenti che hanno rapidamente cambiato il volto della professione. Ma come si è arrivati a tali risultati? Gli autori sono convinti che per capire la storia non basta interpretare leggi e ordinamenti e per questa ragione hanno voluto esplorare le esperienze di coloro che hanno avuto un ruolo significativo per lo sviluppo della professione infermieristica nel periodo esaminato: rappresentanti di organismi istituzionali e di associazioni, formatori, studiosi di storia della professione, infermieri manager. Il filo conduttore del libro è lo sviluppo del processo di professionalizzazione dell’infermiere. Alcune domande importanti sono gli stessi autori a sollevarle nelle conclusioni. Tra queste, spicca il problema dell’autonomia professionale: essa è sancita sul terreno giuridico dalle norme emanate nel periodo considerato, ma in che misura e in quali forme si realizza nei luoghi di lavoro, nella pratica dei professionisti? E, inoltre, come si riflettono i cambiamenti, di cui gli infermieri sono stati protagonisti, sul sistema sanitario del Paese? Il libro testimonia che la professione è cambiata ed è cresciuta, ma che c’è ancora molto lavoro da fare. Coltivare questa crescita è una responsabilità delle nuove generazioni. Le voci del libro: Odilia D’Avella, Emma Carli, Annalisa Silvestro, Gennaro Roc- co, Stefania Gastaldi, Maria Grazia De Marinis, Paola Binetti, Rosaria Alvaro, Luisa Saiani, Paolo Chiari, Edoardo Manzoni, Paolo Carlo Motta, Duilio Fiorenzo Manara, Barbara Man- giacavalli, Cleopatra Ferri, Daniele Rodriguez, Giannantonio Barbieri, Patrizia Taddia, Teresa Petrangolini, Maria Santina Bonardi, Elio Drigo, Maria Gabriella De Togni, Carla Collicelli, Mario Schiavon, Roberta Mazzoni, Grazia Monti, Maristella Mencucci, Maria Piro, Antonella Santullo. Gli Autori Caterina Galletti, infermiere e pedagogista, corso di laurea magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma.Loredana Gamberoni, infermiere, coordinatore del corso di laurea specialistica/ magistrale dal 2004 al 2012 presso l’Università di Ferrara, sociologo dirigente della formazione aziendale dell’Aou di Ferrara fino al 2010. Attualmente professore a contratto di Sociologia delle reti di comunità all’Università di Ferrara.Giuseppe Marmo, infermiere, coordinatore didattico del corso di laurea specialistica/ magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, sede formativa Ospedale Cottolengo di Torino fino al 2016.Emma Martellotti, giornalista, capo Ufficio stampa e comunicazione della Federazione nazionale dei Collegi Ipasvi dal 1992 al 2014.

Caterina Galletti, Loredana Gamberoni, Giuseppe Marmo, Emma Martellotti | 2017 Maggioli Editore

32.00 €  25.60 €

La campagna è stata lanciata lo scorso 27 febbraio 2018. L’inaugurazione è avvenuta contemporaneamente nelle città di Londra e Ginevra. A Londra è intervenuta  Kate Middleton, moglie del principe William e duchessa di Cambridge nonché nipote di una Infermiera, la quale ha partecipato, come madrina, assieme alla principessa di Giordania Muna Al Hussein.

Kate Middelton, incinta del terzo figlio, ha visitato un reparto dell’Evelina London Children Hospital, che ospita pazienti pediatrici con necessità di ventilazione assistita a lungo termine, per poi prendere parte a una tavola rotonda, alla quale hanno partecipato infermieri di diverse nazionalità e ai diversi livelli organizzativi, per discutere di cosa significa “essere infermieri nel XXI secolo”.

La duchessa di Cambridge, sostenitrice da diversi anni di iniziative nell’ambito della salute mentale di bambini e adolescenti, ha dimostrato particolare interesse per la campagna Nursing Now. Al termine degli eventi, Kate ha tenuto anche un discorso teso a rimarcare l’avvio della campagna e ad esaltare il ruolo degli infermieri negli interventi di promozione ed educazione alla salute.

Il libro dell’autore:

Competenze, abilità e responsabilità dell'Infermiere nella Terapia Farmacologica
Competenze, abilità e responsabilità dell’Infermiere nella Terapia Farmacologica

Qui il link per acquistare o avere maggiori informazioni sul volume: Competenze, abilità e responsabilità dell’Infermiere nella Terapia Farmacologica

Oppure segui il corso FAD:

Linee Guida per una Corretta e Sicura Somministrazione dei Farmaci
Linee Guida per una Corretta e Sicura Somministrazione dei Farmaci

Qui il link per la pagina del corso: Linee Guida per una Corretta e Sicura Somministrazione dei Farmaci

 

L’obiettivo di Nursing Now

Nursing now ha già un proprio sito divulgativo, un video e delle interessanti pubblicazioni di riferimento. Nel sito si spiega come la campagna proseguirà fino alla fine del 2020, anno che coincide, non casualmente, con i duecento anni dalla nascita di Florence Nightingale.

Secondo gli ultimi dati forniti dall’OMS a febbraio 2017, Infermieri e ostetriche, pur rappresentando circa il 50% dei lavoratori nella sanità, non sono sufficienti a livello mondiale. Pur ricoprendo un ruolo essenziale per garantire assistenza sanitaria in diversi ambienti e contesti, nel 50% degli stati membri dell’Oms ve ne sono meno di 3 per 1000 abitanti, e il 25% degli Stati ne ha meno di 1 su 1000 abitanti.

La campagna intende quindi, entro il 2020, rafforzare la presenza di Infermieri e Ostetriche in tutto il mondo. Per raggiungere tale traguardo gli obiettivi ufficiali e ambiziosi della campagna sono:

  1. Maggiori investimenti per migliorare la formazione, lo sviluppo professionale, gli standard, la regolamentazione dell’esercizio professionale e le condizioni di lavoro per gli infermieri.
  2. Maggiore e migliore diffusione di pratiche efficaci e innovative nell’infermieristica.
  3. Maggiore influenza di infermieri e ostetriche nelle strategie di politica sanitaria nazionale e globale, come parte di un più ampio sforzo per garantire che la forza lavoro della salute sia maggiormente coinvolta nel processo decisionale.
  4. Più infermieri ai più alti livelli istituzionali in posizioni di comando e maggiori opportunità di sviluppo.
  5. Più stretta collaborazione con i responsabili, i decisori politici e gli amministratori per far comprendere loro quali sono le aree dove l’infermieristica può avere maggiore impatto, cosa impedisce agli infermieri di esprimere appieno il proprio potenziale ed infine come affrontare gli ostacoli.

In un momento storico di grande crisi valoriale, una campagna come quella di Nursing now deve farci riflettere sulla vera essenza della professione infermieristica, e di cosa significa essere Infermieri, ma soprattutto deve poter far giungere all’intera comunità l’importante messaggio di come, in ogni contesto, la salute globale non può essere raggiunta e mantenuta senza l’imprescindibile contributo di Infermieri ed Ostetriche.

Gaetano Romigi

Link utili di approfondimento:

Leggi anche:

http://www.dimensioneinfermiere.it/professione-infermiere-libro-infermieri-storia-infermieristica/

Tag