Nuova manifestazione ‘no vax’ a Roma: “Speranza sei tu l’epidemia!”

Scarica PDF Stampa

Stavolta c’era anche l’attore Enrico Montesano, in piazza, a esortare il volgo a manifestare contro il Governo: “Dobbiamo unirci e organizzare una manifestazione più grande per far sentire la nostra voce” ha dichiarato sul palco allestito a due passi dal Ministero della Salute.

‘Contro l’orrendo obbligo vaccinale’

Eh sì perché ieri pomeriggio, nella capitale, si è svolto un nuovo incontro di protesta. A differenza della volta scorsa, però, il tutto è stato organizzato dal ‘Movimento 3v’, un partito politico contro i vaccini obbligatori, che prima di scendere in piazza ha annunciato sul proprio sito (VEDI): “Chiamiamo a raccolta tutti i cittadini che intendono manifestare contro l’orrendo obbligo vaccinale, contro l’assurdo green pass, contro il deleterio slittamento del voto elettorale.”

E ancora: “Quello che 3V ripete da anni sta per avverarsi: l’obbligo imposto ai bambini ha rappresentato solamente la prima tappa di quella che è una deriva sanitaria atta a voler forzatamente vaccinare l’intera popolazione.

Oggi vengono colpiti i sanitari, domani seguirà l’intera popolazione. 3v a tutto questo dice basta e invita ogni italiano a manifestare per mettere fine alle misure liberticide e antidemocratiche orchestrate dai partiti presenti in Parlamento, nessuno dei quali rappresenta più il popolo”.

Cos’è il Movimento 3v

Ma cos’è il ‘Movimento 3v’? Significa ‘Vaccini Vogliamo Verità’ e sul suo sito (VEDI) è definito come “l’unico partito politico che chiede verità e mette al centro di ogni azione politica il benessere e la salute dell’essere umano”.

Il che farà sorridere diversi scienziati (e non solo), visto che il Movimento si batte contro i vaccini. Il partito, che nel 2020 ottenne alle elezioni regionali dell’Emilia Romagna circa 10.000 voti, è seguito in particolar modo proprio dal popolo ‘no vax’.

E i motivi si sono palesati anche oggi: sul palco sono infatti intervenuti la deputata ex M5s Sara Cunial e il consigliere regionale del Lazio ex M5s Barillari che, osannati da un manipolo di spettatori, ne hanno dette di cotte e di crude.

Reazioni avverse, terapia genica, prodotti OGM e embrioni umani

La prima ha elencato un elenco di reazioni avverse ai vaccini anti Covid19 (con tanto di decessi) registrate in Europa, ovviamente non verificate come invece accade per i decessi da Covid19 riportati nei bollettini giornalieri ufficiali.

Il secondo ha fatto addirittura di meglio, sparando sulla folla uno dei cavalli di battaglia del complottismo no vax: la fantomatica terapia genica. Barillari ha poi accusato le istituzioni di essere corrotte e di voler far continuare l’emergenza sanitaria all’infinito, invitando pericolosamente i presenti alla disobbedienza civile.

A un certo punto ha preso la parola anche un sedicente infermiere che, dopo essersi definito ‘Free vax’ (offre mica vaccinazioni gratuite?) ha espresso il categorico rifiuto a farsi iniettare prodotti OGM e addirittura cellule embrionali umane tramite i vaccini. Bufale complottiste prive di fondamento che sono alla base della disinformazione no vax.

Cori e insulti al Ministro Speranza

In piazza non sono mancati slogan, cori e insulti al Ministro della Salute Roberto Speranza, accusato di essere stato troppo ‘inflessibile’ durante la pandemia e di aver commesso il grave errore (a loro dire) di aver promosso l’obbligo vaccinale per gli operatori sanitari.

“Vai via, sei tu l’epidemia” gli hanno gridato dal piccolo palco di Piazza Bocca della Verità. Palco da cui anche Domenico Battaglia, medico e già candidato alla presidenza dell’Emilia-Romagna, si è così espresso di fronte a diverse persone senza mascherina: “Svegliamoci, operatori sanitari svegliatevi e resistete. Non molliamo. Io cerco di curare il Covid a casa. Perché le terapie domiciliari non vengono date e si preferisce una cura sperimentale? C’è un regolamento dell’Europa che lo prevede, ma non ce lo permettono”.

E se lui cura il Covid a casa senza terapie domiciliari… 

Autore: Alessio Biondino

Tag