“Vaccinare il pianeta ogni 4-6 mesi? Non è sostenibile”

“Non possiamo vaccinare il pianeta ogni 4 o 6 mesi. Non è sostenibile”. Lo ha dichiarato il prof. Andrew Pollard, direttore dell’Oxford Vaccine Group e a capo dell’UK Committee on Vaccination and Immunization, al Daily Telegraph.

I soggetti fragili

L’esperto ha spiegato che l’eventuale strategia di procedere con sistematiche vaccinazioni generali non sarebbe affatto percorribile e che invece bisognerebbe “concentrarsi sui soggetti fragili”.

Sarebbero quindi necessari ulteriori dati e nuove evidenze per poter stabilire “se, quando e come i soggetti vulnerabili avranno bisogno di dosi supplementari, nulla di più.

‘La quarta dose per tutti non ha senso’

A Sky News il prof ha anche ribadito: “Oggi meno del 10% della popolazione nei paesi a basso reddito ha avuto la prima dose. L’idea di somministrare la quarta dose a livello globale semplicemente non ha senso. Anche perché Il peggio è alle spalle, bisogna superare l’inverno”.

Una presa di posizione che, anche se indirettamente, smentisce quanto dichiarato solo qualche giorno fa ad Agorà (Rai Tre) dal ‘nostro’ infettivologo prof. Matteo Bassetti.

Smentito Bassetti?

“È evidente che potrà succedere che dovremo vaccinarci una volta ogni sei mesi” aveva infatti dichiarato il Direttore Malattie Infettive del S. Matteo di Genova durante la trasmissione condotta da Luisella Costamagna, parlando della necessità di tenere gli hub vaccinali aperti almeno per i prossimi due anni (VEDI).

Cari esperti… Staremo mica ricominciando a sparare pareri contraddittori, prese di posizione affrettate e previsioni più o meno sballate in grado di confondere nuovamente i cittadini e di causare malcontento nei confronti della scienza e degli scienziati? ATTENZIONE!

Vaccino anti-Covid: “È evidente che dovremmo farlo una volta ogni sei mesi”

Condividi
Infermiere di Emodinamica presso il Policlinico Umberto I di Roma e Redattore per Dimensione Infermiere (Maggioli Editore). Autore della raccolta di racconti "La suocera sul petto e altre storie vere" (Ianieri Edizioni, 2018), del romanzo "Buonanotte madame" (0111 Edizioni, 2014) e coautore del manuale di divulgazione scientifica "Assistenza respiratoria domiciliare - il paziente adulto tracheostomizzato in ventilazione meccanica a lungo termine" (Ed. Universitalia, 2013).

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO