Chi è Susan Orsega: infermiera e massima autorità sanitaria negli USA

Chi è Susan Orsega massima autorità della salute pubblica americana
Chi è Susan Orsega massima autorità della salute pubblica americana

L’amministrazione Biden ha nominato Susan Orsega come Surgeon General, la massima autorità sanitaria negli USA. “Il contrammiraglio Orsega è un sostenitore di lunga data della salute pubblica, la cui leadership visionaria ha rafforzato l’equità sanitaria e l’accesso per la nostra nazione“, ha detto in una dichiarazione la presidente dell’American Association of Nurse Practitioners Sophia L. Thomas.

Il Surgeon General degli Stati Uniti, è il capo esecutivo dello United States Public Health Service Commissioned Corps e il portavoce delle questioni di salute pubblica del paese americano. Viene anche definito “il dottore della nazione”, oltre a fornire informazioni d’interesse nazionale, sovrintende oltre 6.000 professionisti della sanità pubblica in divisa dell’USPHS.

Chi è Susan Orsega: capo della salute pubblica americana

Ha trascorso gran parte della sua carriera gestendo emergenze sanitarie e disastri che vanno dall’AIDS all’11 settembre fino all’epidemia di Ebola del 2015. L’infermiera di pratica avanzata e Contrammiraglio ha iniziato la sua carriera presso il servizio sanitario pubblico degli Stati Uniti (USPHS) nel 1989, mentre il mondo stava affrontando la pandemia di AIDS.

Orsega ha fatto esperienza infermieristica in contesti difficili come l’epidemia di AIDS, nelle operazioni internazionali, nella diplomazia sanitaria, nelle epidemie e nella risposta ai disastri. È stata impiegata in 15 missioni umanitarie e in diversi teatri a livello nazionale e internazionale, incluso il team medico d’élite dell’11 settembre e l’epidemia di Ebola nel 2015.

Nel 2016, quando è stata nominata Chief Nurse Officer del servizio pubblico degli Stati Uniti, Orsega si è rivolta agli studenti infermieri della sua università e li ha incitati a “pensare a come le loro passioni, interessi e punti di forza e le loro esperienze lavorative si intersecano per trovare il focus della loro carriera, un’area che ha chiamato “il punto debole”. Li ha anche sfidati a pensare oltre la cura diretta del paziente, a quale sia la loro visione per la loro carriera, a come possono diventare leader a livello locale, statale, nazionale e internazionale.“.

La nuovo portavoce e guida della sanità pubblica americana segue altri importanti infermiere nello stesso ruolo, come Sylvia Trent-Adams, nominata nel 2017 dall’ex presidente Donald Trump e Richard Henry Carmona, nominato nel 2002 dall’ex presidente George W. Bush.

L’esperienza e la formazione di Orsega, combinate con la sua impareggiabile competenza sia nella sanità pubblica che nella risposta ai disastri, sono esattamente ciò di cui la nostra nazione ha bisogno per affrontare le attuali sfide sanitarie del nostro paese. Siamo onorati che un Fellow AANP servirà in questa veste e non vediamo l’ora di lavorare con lei mentre combattiamo il COVID-19 e soddisfiamo le esigenze di assistenza sanitaria di tutti gli americani“, ha aggiunto Sophia L. Thomas.

Professione infermiere: alle soglie del XXI secolo

Professione infermiere: alle soglie del XXI secolo

Caterina Galletti, Loredana Gamberoni, Giuseppe Marmo, Emma Martellotti, 2017, Maggioli Editore

La maggior parte dei libri di storia infermieristica si ferma alla prima metà del ventesimo secolo, trascurando di fatto situazioni, avvenimenti ed episodi accaduti in tempi a noi più vicini; si tratta di una lacuna da colmare perché proprio nel passaggio al nuovo millennio la professione...



Leggi anche:

Infermiere negli USA: intervista ad un collega che lavora negli Stati Uniti

Condividi

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO