Valutazione ecocardiografica del Wall Motion Score Index

Dario Tobruk 16/01/23
Scarica PDF Stampa
La valutazione della cinetica regionale e del Wall Motion Score Index (WMSI) è una metodologia diagnostica fondamentale per la comprensione della funzione cardiaca.

Attraverso l’utilizzo di tecniche come l’ecocardiografia, è possibile analizzare la contrattilità di ogni singolo segmento del cuore e ottenere un quadro completo della funzione sistolica regionale e globale.

In questo articolo esploreremo in dettaglio i principi di base della valutazione della cinetica regionale e del WMSI, nonché le loro applicazioni cliniche e la loro importanza nella diagnosi e nel trattamento delle patologie cardiache.

Prima di continuare ti consigliamo di leggere anche gli altri contenuti correlati sull’argomento, per avere una comprensione completa del cuore e del suo funzionamento.
  • Ciclo cardiaco riassunto, completo e schematizzato con grafici
  • La mappa dei segmenti cardiaci: come orientarsi quando parliamo di infarto
  • Frazione di eiezione: come misurare la funzione sistolica globale
  • Per ulteriori informazioni sull’argomento, ti consigliamo inoltre un manuale che ti insegni a interpretare l’elettrocardiogramma in modo semplice ed essenziale.

    Questo ti aiuterà a comprendere meglio i meccanismi del cuore e le sue funzioni. In generale, se sei interessato alla medicina e alla cardiologia, questo manuale sarà un’ottima fonte di conoscenza per te.
    ECG facile: dalle basi all’essenziale
    FORMATO CARTACEO
    ECG facile Quando un infermiere entra in un nuovo contesto lavorativo, viene investito da un’onda di gigantesche proporzioni di protocolli, nozioni, dinamiche, relazioni e migliaia di cose da sapere. Fortunatamente, però, la saggezza professionale insegna che le cose hanno, alla fine, sempre la stessa dinamica: prima è tutto difficile, poi diventa normale, e prima o poi le cose si faranno semplici. È un ciclo che si ripete. Quale che sia il reparto o il servizio, prima si affronterà la montagna e prima si potrà godere della vista incantevole dei picchi a fianco delle nuvole, e scendere a valle soddisfatti del cammino, pronti per la prossima sfida. L’interpretazione dell’elettrocardiogramma è una di queste sfide. Lo scopo di questo breve manuale è guidare il sanitario, per quanto sia possibile, verso il pendio più semplice da scalare, aiutandolo passo dopo passo ad acquisire gli strumenti per non cedere mai di fronte alle avversità. A differenza dei numerosi manuali di autoapprendimento all’interpretazione dell’ECG disponibili nelle librerie e sul mercato, questo testo non è stato pensato per medici, ma è scritto e pensato per il personale sanitario come l’infermiere o, se volete, il tecnico sanitario perfusionista o di radiologia, che ogni giorno si confrontano con questo meraviglioso strumento di indagine. Il manuale tra le vostre mani ha il solo scopo di farvi sviluppare un unico superpotere: saper discriminare un tracciato normale da uno patologico, sapere quando dovrete segnalarlo al medico, e possibilmente salvare la vita del paziente. Scusate se è poco! Dario Tobruk Infermiere di area critica, ha lavorato in Cardiologia e UTIC e si è specializzato in ambito cardiologico. Da sempre persegue l’obiettivo di occuparsi di informazione, divulgazione e comunicazione medico-scientifica. In collaborazione con la casa editrice Maggioli, ha fondato dimensioneinfermiere. it, che tuttora dirige. Dario Tobruk | Maggioli Editore 2021
    16.63 €
    Indice
    Valutazione della cinetica regionale Ogni segmento sarà valutato secondo contrattilità, spessore ed ecogenicità.

    Contrattilità

    Ogni segmento verrà analizzato in base alla sua capacità d’ispessimento sistolico, considerato normale quando intorno al 30% del suo diametro. Il movimento centripeto verrà studiato e ad ogni segmento verrà qualitativamente assegnato un punteggio, da uno a cinque, secondo la cinetica che presenta (Labanti, G., 2017):
  • Normocinetico, ispessimento >30% e movimento verso l’interno della cavit
  • Ipocinetico, riduzione dell’ispessimento e del movimento al di sotto dei valori normali.
  • Acinetico, assenza di ispessimento e movimento minimo (trascinato dai segmenti attorno).
  • Discinetico, movimento sistolico paradosso verso l’esterno.
  • Aneurismatico, deformazione durante la diastole, con pareti sottili e iperriflettenti.
  • Spessore

    Lo spessore è un dato importante per determinare se l’insulto ischemico è recente o pregresso, reversibile o irreversibile.

    Infatti, un ispessimento conservato durante la sistole è indicativo di un segmento che potrebbe recuperare la sua cinetica e funzionalità se venisse trattata l’arteria coinvolta nel breve periodo. Al contrario, una riduzione degli spessori sisto-diastolici indica che la funzionalità del segmento o del territorio interessato è irreversibilmente perduta.

    Ecogenicità

    Al contrario di un pattern omogeneo con il resto del tessuto miocardico, un segmento iper-riflettente è segno di un processo cicatriziale, a sua volta indizio di un pregresso infarto miocardico (Henein, M., et al., 2006).
    Wall Motion Score Index (WMSI) Se la cinetica regionale è una valutazione individuale di ogni segmento è possibile trarre da queste singole informazioni un quadro più completo e che presenti un possibile deficit di perfusione in caso di segmenti alterati? Si, grazie al Wall Motion Score Index (WMSI). È un indice di cinesi parietale che restituisce il contributo di ogni singolo segmento.

    Sommando i punteggi di ogni segmento in base alla sua contrattilità, diviso il numero dei segmenti studiati ricaveremo uno score (Sarti, 2009). Rispetto alla FE, il Wall Motion Score Index evidenzia il minimo difetto segmentale nel complesso cinetico del cuore, perché basta anche solo un segmento ipocinetico per avere un WMSI >1, al di là del valore normale di 1 (Otto, 2014).
    Formula Wall Motion Score Index (WMSI)
    Formula Wall Motion Score Index (WMSI)
    Approfondimento: se 16 segmenti sono normocinetici, il punteggio parziale sarà uguale a 16. Dividendo 16 per il numero di segmenti (16), il risultato sarà 1, ovvero un valore normale. Se invece, anche solo due segmenti sono ipocinetici (punteggio 2 per segmento), la somma sarà 18. Dividendo 18 per 16 (numero di tutti i segmenti) il risultato sarà un WMSI di 1,12. Un WMSI > 1,0 è segno di ipocinesia in uno o più segmenti. Ricapitolando i contenuti dell’articolo, per valutare la funzione sistolica globale e regionale del cuore abbiamo diversi strumenti:
  • La funzione sistolica globale può essere misurata attraverso la frazione di eiezione (FE), che indica la capacità di pompa del cuore e deve essere compresa tra il 54% e il 74%.
  • Un segmento cardiaco è considerato normale quando presenta una cinetica normale, ovvero un ispessimento sistolico maggiore del 30%. Al contrario, un segmento acinetico con spessori ridotti e iper-riflettente potrebbe indicare un infarto pregresso.
  • L’indice Wall Motion Score (WMSI) > 1.0 indica un deficit di perfusione, ovvero una ipocinesia di almeno un segmento.
  • Fonti scientifiche:
  • Labanti, G., Campana, M., Pinamonti, B. & Colonna, P. (2017) . Manuale di ecocardiografia da stress. Roma: Il Pensiero Scientifico.
  • Henein, M., Sheppard, M. & Pepper, J. (2006). Ecocardiografia clinica. Berlino: Springer.
  • Otto, C. M. (2014). Ecocardiografia clinica. Milano: Edra-Masson.
  • Sarti, A. (2009). Ecocardiografia per l’intensivista. Berlino: Springer.
  • Autore: Dario Tobruk  (seguimi anche su Linkedin – Facebook Instagram)

    Tag