Cuore: tutto quello che devi sapere su Anatomia e Fisiologia cardiaca

Redazione 16/03/21
Scarica PDF Stampa
In questo articolo avrai a disposizione tutto quello che devi sapere sul cuore: anatomia e fisiologia. Tutto quello che serve per imparare  a conoscere l’organo centrale del sistema cardiovascolare e superare test e concorsi.

È l’organo per eccellenza, la sua fama va ben oltre le sue funzioni. A lui sono attribuiti da migliaia di anni le caratteristiche e la responsabilità dei sentimenti e delle emozioni degli esseri umani. Instancabile compagno di vita, batte nel petto fino a 3 miliardi di volte in una vita. Esatto, parliamo proprio di lui.


Anatomia del Cuore Riassunto per Infermieri: Morfologia, Posizione e Orientamento

Iniziamo con la morfologia, la posizione all’interno del torace e l’orientamento del organo cardiaco umano. Il cuore umano è un organo muscolare, centro dell’apparato cardiocircolatorio. Grazie alla sua capacità di contrarsi e di svuotarsi funge da pompa per fa circolare il sangue in tutto l’organismo.

Anatomia del Cuore Riassunto per Infermieri: Morfologia, Posizione e Orientamento

Anatomia superficiale del cuore riassunto per infermieri: faccia sterno-costale e diaframmatica

Adesso però parliamo della faccia sterno-costale e della faccia diaframmatica con un breve riassunto schematico per afferrare i concetti chiave ed aiutarci nello studio.

Anatomia superficiale del cuore riassunto per infermieri: faccia sterno-costale e diaframmatica

Nel prossimo articolo parleremo delle arterie coronarie! Così avremmo raggiunto un quadro abbastanza completo dell’anatomia superficiale attraverso dei brevi riassunti schematici e semplici da memorizzare e potremmo passare alla fisiologia cardiaca

Guida al monitoraggio in Area Critica

Il monitoraggio è probabilmente l’attività che impegna maggiormente l’infermiere qualunque sia l’area intensiva in cui opera.Non può esistere area critica senza monitoraggio intensivo, che non serve tanto per curare quanto per fornire indicazioni necessarie ad agevolare la decisione assistenziale, clinica e diagnostico-terapeutica, perché rilevando continuamente i dati si possono ridurre rischi o complicanze cliniche.Il monitoraggio intensivo, spesso condotto con strumenti sofisticati, è una guida formidabile per infermieri e medici nella cura dei loro malati. La letteratura conferma infatti che gli eventi avversi, persino il peggiore e infausto, l’arresto cardiocircolatorio, non sono improvvisi ma solitamente vengono preannunciati dal peggioramento dei parametri vitali fin dalle 6-8 ore precedenti.Il monitoraggio è quindi l’attività “salvavita” che permette di fare la differenza nel riconoscere precocemente l’evento avverso e migliorare i risultati finali in termini di morbilità e mortalità.Riconosciuto come fondamentale, in questo contesto, il ruolo dell’infermiere, per precisione, accuratezza, abilità nell’uso della strumentazione, conoscenza e interpretazione dei parametri rilevati, questo volume è rivolto al professionista esperto, che mette alla prova nelle sue conoscenze e aggiorna nel suo lavoro quotidiano, fornendo interessanti spunti di riflessione, ma anche al “novizio”, a cui permette di comprendere e di utilizzare al meglio le modalità di monitoraggio.   A cura di:Gian Domenico Giusti, Infermiere presso Azienda Ospedaliero Universitaria di Perugia in UTI (Unità di Terapia Intensiva). Dottore Magistrale in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche. Master I livello in Infermieristica in anestesia e terapia intensiva. Professore a contratto Università degli Studi di Perugia. Autore di numerose pubblicazioni su riviste italiane ed internazionali. Membro del Comitato Direttivo Aniarti.Maria Benetton, Infermiera presso Azienda ULSS 9 di Treviso. Tutor Corso di laurea in Infermieristica e Professore a contratto Università degli Studi di Padova. Direttore della rivista “SCENARIO. Il nursing nella sopravvivenza”. Autore di numerose pubblicazioni su riviste italiane. Membro del Comitato Direttivo Aniarti.

a cura di Gian Domenico Giusti e Maria Benetton | 2015 Maggioli Editore

15.00 €  12.00 €

Arterie coronarie del cuore: Riassunto per infermieri e studenti

Dopo aver affrontato lanatomia cardiaca interna, con i suoi atri e ventricoli, affrontiamo adesso il sistema “idraulico” ovvero le arterie coronarie. La prima curiosità, il nome coronarie derive da “corona” ovvero che lo circondano sul capo proprio come se fossero una corona.

Arterie coronarie del cuore: Riassunto per infermieri e studenti

All’interno dell’articolo c’è uno schema generale e molto stilizzato delle principali diramazioni delle arterie coronarie e dei loro rami secondari.

Atrio e Ventricolo: anatomia cardiaca e conformazione interna del cuore

Aadesso ci tocca scoprire come funziona il suo interno. La conformazione interna anatomica cardiaca può sembrare difficile da comprendere, ma, con dei riassunti semplici e schematici, possiamo affrontare facilmente anche questo argomento.

Atrio e Ventricolo: anatomia cardiaca e conformazione interna del cuore

Abbiamo visto come si posiziona il cuore nel torace, poi abbiamo preso il nostro organo per scrutarlo sia fuori (faccia sternocostale e diaframmatica) che dentro: atri e ventricoli e tutta la sua configurazione interna.

Sistema di conduzione del cuore riassunto: il sistema elettrico cardiaco

Quindi per continuare questa meravigliosa avventura, vogliamo condividere con voi il sistema di conduzione riassunto e tentare di rendere semplici, i pochi concetti chiave da portare a casa.

Sistema di conduzione del cuore riassunto: il sistema elettrico cardiaco

Valvole cardiache: anatomia valvolare atrioventricolare e semilunare

La loro funzione è quella di garantire che il passaggio di sangue sia in un unico flusso dai ventricoli (durante la sistole) ai grandi vasi.

Valvole cardiache: anatomia valvolare atrioventricolare e semilunare

Ok iniziamo a fare sul serio e passiamo al ciclo cardiaco e alla fisiologia cardiaca!

Ciclo cardiaco riassunto, completo e schematizzato con grafici

Il ciclo cardiaco riassunto in essenziale potrebbe essere descritto da una semplice prosecuzione di sistole e di diastole: il cuore batte e grazie a questo, il sangue circola. Il ventricolo si contrae e spinge il sangue nel corpo, poi si rilassa per accoglierlo nuovamente e il tutto si ripete vita natural durante.

Purtroppo (e per fortuna), la questione non è così semplice. Il ciclo cardiaco, che abbiamo sempre creduto svolgersi in due fasi, in una sistole e in una diastole, nella realtà dei fatti deve essere suddiviso in ben sette fasi!

Ciclo cardiaco riassunto, completo e schematizzato con grafici


Ti stai perdendo i nostri migliori articoli? Perché non iscriversi alla nostra Newsletter?
Ogni settimana riceverai i migliori contenuti e articoli scientifici che abbiamo scritto per voi. In più tanti contenuti esclusivi che stiamo preparando per gli abbonati alla newsletter come interviste, podcast, estratti libri, ecc…

Iscriviti alla newsletter di DimensioneInfermiere.it

Redazione