Unità di Valutazione Multidisciplinare (UVMD): cos’è e come funziona?

Unità di Valutazione Multidisciplinare (UVMD) cos'è, a chi si rivolge e come funziona
Unità di Valutazione Multidisciplinare (UVMD) cos'è, a chi si rivolge e come funziona

L’Unità di Valutazione Multidimensionale (UVMD) è un’articolazione di natura multi-professionale che, in collaborazione con il medico di medicina generale o il pediatra, riceve e valuta le richieste assistenziali sul territorio. Cosa è, come funziona e a cosa serve l’Unità di Valutazione Multidimensionale?

Cos’è l’Unità di Valutazione Multidisciplinare (UVMD)

L’UVMD è un équipe formata generalmente da un medico specialista, un assistente sociale e un infermiere. Sottopone il paziente che necessita di un ausilio su più piani, (clinico, sociale o socio-economico) ad una valutazione della consistenza del bisogno, attivando eventualmente le risorse disponibili per garantire la continuità assistenziale territoriale.

L’UVMD è la porta di accesso ai servizi socio-assistenziali del distretto territoriale ovvero il Servizio ADI. Formato da un gruppo di professionisti, effettua una valutazione multidimensionale, prendendo in considerazioni diverse dimensioni della vita del paziente, restituendo una corretta identificazione degli interventi più appropriati.

Lo scopo principale di questa équipe è quello di raggiungere una corretta valutazione del paziente al fine di attivare l’assistenza domiciliare integrata (ADI) per mezzo di profili con cui usufruire gratuitamente dell’assistenza nel proprio domicilio.


Il manuale dei caregiver familiari

Il presente volume si occupa a tutto tondo del caregiver familiare, per offrire al lettore una specifica e completa caratterizzazione sul piano culturale, sociale, giuridico ed economico di “colui che quotidianamente si prende cura” delle persone care non autosufficienti.

Nel testo vengono pertanto illustrati i benefici di legge già in atto e quelli probabili futuri (tutele previdenziali e sostegno economico).

Inoltre, vengono fornite informazioni clinico-assistenziali di base mirate all’acquisizione e allo sviluppo di abilità e comportamenti specifici per la gestione dei problemi legati alla non autonomia.

Il Manuale dei Caregiver familiari

Il Manuale dei Caregiver familiari

a cura di Franco Pesaresi, 2021, Maggioli Editore

“Ti salverò da ogni malinconia, perché sei un essere speciale, ed io avrò cura di te”.Franco Battiato Il presente volume si occupa a tutto tondo del caregiver familiare, per offrire al lettore una specifica e completa caratterizzazione sul piano culturale, sociale, giuridico ed...




UVMD: come funziona?

Ogni regione può presentare termini diversi per indicare lo stesso servizio (UVM, UVMD, UVD, ecc…). Inoltre, ogni realtà provinciale ha persino peculiari disposizioni su come deve svolgersi la valutazione multidimensionale ma, in generale, l’UVMD una volta ricevuta una domanda di assistenza domiciliare da un medico, o da altri operatori, raggiunge il domicilio del paziente, lo valuta attraverso numerose scale e strumenti, elabora il progetto previsto, lo propone al soggetto delle cure e alle sue famiglie e si allinea con l’erogatore del servizio (che può essere l’azienda sanitaria stessa o un ente convenzionato come una cooperativa).

Inoltre collabora alla definizione o alla redazione stessa del Piano di Assistenza Individuale (PAI) e una volta completato lo condivide con il paziente, la sua famiglia e in caso sia previsto l’infermiere ADI preposto ad erogare l’assistenza.

In alcune regioni, è previsto che per ogni caso deve essere individuato un case manager, scelto in base alla prevalenza del bisogno (clinico, sociale o infermieristico) che si assumi la piena responsabilità della presa in carico del paziente e della compilazione del piano assistenziale individuale.

Autore: Dario Tobruk (Profilo Linkedin)

Leggi anche:

Piano Assistenziale Individualizzato o PAI, le regole per compilarlo

 

Condividi
Dopo una lunga esperienza in area critica e un Master in Tecniche ecocardiografiche, attualmente lavora come infermiere sul territorio. Autore di "ECG Facile: dalle basi all'essenziale" e redattore tecnico-scientifico, ha conseguito un Master in Giornalismo e Comunicazione istituzionale della scienza. Dal 2016, in collaborazione con la casa editrice Maggioli, founder e direttore di DimensioneInfermiere.it.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO